Bonus auto 2022: nuovi incentivi in arrivo

Rachele Luttazi
  • Esperta in welfare e bonus
  • Laurea Magistrale in Economia dell'Ambiente e della Cultura
12/02/2022

L’esecutivo è attualmente al lavoro su una serie di agevolazioni finalizzate alla ripresa del settore automobilistico e alla transizione ecologica del settore. L’industria automobilistica è una delle più in crisi negli ultimi tempi, come dimostrano i dati Istat, pertanto si rende necessario l’intervento del Governo. Vediamo insieme in cosa potrebbe consistere il cosiddetto “Bonus auto”.

Highway, road viewed inside automobile. Vector illustrationIl governo sta lavorando su un pacchetto di interventi pluriennali rivolti al settore automobilistico data la crisi in cui riversa e per favorire la transizione ecologica nel settore. L’ipotesi al vaglio ammonta a un miliardo di euro all’anno di incentivi e sembra che l’esecutivo voglia già stanziare le prime risorse nell’imminente decreto contro il caro energia.

Vediamo insieme nel dettaglio.

Bonus auto 2002: gli interventi del governo

bollo-auto-1200×675L’ipotesi al vaglio del governo in merito all’industria automobilistica nasce dal vertice sulla crisi del settore, presieduto dal sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Roberto Garofoli, con la partecipazione del ministro dell’Economia, Daniele Franco, del ministro dello Sviluppo economico, Giancarlo Giorgetti, del titolare del Ministero dei Trasporti e della Mobilità sostenibili, Enrico Giovannini, e del ministro della Transizione ecologica, Roberto Cingolani.

L’idea è quella di inserire le prime risorse nel prossimo decreto contro il caro energia sotto forma di sconti destinati all’acquisto di auto a basse emissioni, full eletric fino a 35mila euro di listino e ibride, mentre un quarto delle risorse sarebbero rivolte alle vetture con emissioni comprese tra 61 e 135 grammi per chilometro.

Crisi del settore automobilistico: i dati Istat

auto-financing-2157347_1920Stando ai dati Istat, la produzione di auto è crollata del 12,3% nel mese di dicembre, mentre nell’intero 2021 la produzione ha registrato un incremento dell’8,9% contro una crescita dell’11,8% dell’indice generale. Anche a gennaio 2022 il settore automobilistico italiano è partito a rilento: le auto immatricolate sono state 107.814, con un calo del 19,7% sullo stesso mese del 2021 e del 34,8% rispetto al 2019.

Sono questi dati ad aver preoccupato il governo che negli ultimi giorni ha sentito la necessita di intervenire nel settore automobilistico. A tal proposito, il ministro dello Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti ha dichiarato:

“Nonostante le difficoltà sono ottimista sul fatto che nelle prossime settimane insieme con il Mef presenteremo delle proposte per incentivi al settore”