Bonus autostrade: come richiederlo, modalità di rimborso e cashback

Ilaria Bucataio
  • Esperta in bonus fiscali e detrazioni
27/08/2022

Soprattutto in estate, ma anche per lavoro, l’autostrada viene utilizzata quotidianamente da milioni di italiani. Purtroppo, durante il tragitto, non è raro incontrare incidenti, lunghe code oppure tanto traffico che impedisce di raggiungere la destinazione nel tempo consono: per questi ritardi è possibile chiedere un rimborso. Lo sapevate? Scopriamo insieme come funziona. 

pexels-pixabay-221284

Almeno una volta nella vita qualcuno di noi è rimasto bloccato in coda lungo l’autostrada. Purtroppo capita spesso di imbattersi in tratti chiusi a causa di un incidente, di alcuni lavori di messa in sicurezza oppure semplicemente del traffico, che inevitabilmente allunga il tempo medio per riuscire a percorrere un tragitto.

Ma lo sapevate che è possibile chiedere un rimborso del pedaggio per colpa delle code che si sono incontrate? Ebbene sì, da aprile 2022 è attivo il servizio cashback di Autostrade per l’Italia, che è accessibile tramite l’app Free to X, scaricabile gratuitamente sia sui dispositivi Apple che su quelli Android.

Scopriamo insieme come funziona e a quanto ammonta il rimborso che può essere richiesto!

Bonus autostrade: rimborso e quote

pexels-pixabay-210182

Ovviamente il rimborso viene parametrato in base al tempo di percorrenza medio del tragitto, al tempo effettivo che si è impiegato per percorrerlo e anche ai chilometri del viaggio. La possibilità di chiedere il rimborso scatta dopo i 10 minuti di ritardo (soglia che è stata abbassata, dato che in un primo momento era stata fissata a 15 minuti), e la quota che viene rimborsata può coprire dal 25% al 100% del pedaggio, ovviamente in  maniera proporzionale rispetto al ritardo accumulato.

Il tempo di viaggio viene calcolato tenendo conto di una velocità media di 100 km/h per le auto e di 70 km/h per i mezzi pesanti.

Rimborso del pedaggio: come richiederlo

Per richiedere il rimborso non è necessario essere titolari di Telepass, e la procedura può avvenire tramite l’app gratuita Free to X, lanciata proprio per facilitare le richieste degli automobilisti. Una volta scaricata l’app, è necessario completare la registrazione inserendo sia i propri dati personali sia la targa del veicolo con cui si viaggia, che sarà immediatamente controllata tramite la motorizzazione.

A quel punto, in base ai percorsi già tracciati del veicolo, l’app farà un calcolo automatico dei rimborsi a cui si ha diritto.