Bonus barriere architettoniche: tutto quello che c’è da sapere

La nuova Legge di Bilancio prevede una nuova agevolazione che ha il fine di eliminare le barriere architettoniche. Il bonus consiste in una detrazione del 75% sul totale delle spese sostenute: quali sono i lavori che danno diritto al bonus? Come funziona?

Handicap

Il bonus barriere architettoniche è stato inserito nella nuova Legge di Bilancio, con l’obiettivo quello di eliminare le barriere architettoniche. La detrazione ammonta al 75% delle spese sostenute per adeguare i luoghi di lavoro o casalingo-condominiali alle necessità delle persone con disabilità.

Aumenta di numero quindi il numero dei bonus edilizi attuati e prorogati dal governo: scopriamo nel dettaglio in cosa consiste il bonus barriere architettoniche.

Bonus barriere architettoniche: cos’è?

Handicap

Il bonus barriere architettoniche non è altro che una detrazione del 75% delle spese sostenute per effettuare lavori di adeguamento rispetto ai bisogni di persone con disabilità. La condizione cardine per il bonus è che le spese, regolarmente effettuate, dovranno essere effettuate tra il 1° Gennaio 2022 e il 31 Dicembre 2022.

Le spese inoltre sono soggette a dei massimali, che variano in base alla tipologia di intervento che si porrà in essere, e questi sono:

  • ville unifamiliari e le unità singole all’interno degli edifici: 50 mila euro;
  • edifici fino a otto unità: 40 mila euro;
  • edifici con più di otto unità: 30 mila euro.

Bonus barriere architettoniche: ecco la lista dei lavori ammessi

HandicapQuali sono i lavori che si possono fare con il bonus barriere architettoniche?. I lavori devono essere effettuati su edifici già esistenti, con spese rientranti nei limiti di spesa precedentemente esposti. Il limite va moltiplicato per le unità immobiliari che compongono il condominio. I lavori rientranti dovranno essere effettuati su:

  • le parti comuni degli edifici per la sostituzione o nuova installazione di impianti funzionali a eliminare o a limitare almeno dell’80% la barriera architettonica;
  • interventi sugli edifici unifamiliari per la sostituzione o nuova installazione di impianti.

Lascia un commento