Bonus bebè: scadenza e requisiti

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
24/01/2022

Il bonus bebè, detto anche assegno di natalità, è un bonus che spetta alla nascita di un figlio/a, e consiste in un assegno di maternità a fronte di determinati requisiti. I mesi di Gennaio e Febbraio 2022 saranno gli ultimi in cui verrà erogato, visto che da Marzo entrerà nell’assegno unico universale.

Bebè

Il bonus bebè, così come altri bonus appartenenti alla sfera familiare, avranno gli ultimi due mesi di erogazione indipendente. Infatti da Marzo 2022 l’agevolazione sarà inclusa nell’assegno unico universale per i figli a carico. Vediamo dunque quali sono i requisiti e gli importi spettanti per le famiglie che hanno avuto la nascita di un neonato.

Bonus bebè: cos’è e quanto spetta ai beneficiari

Bebè

Il bonus bebè, o assegno di natalità, è un contributo economico erogato direttamente dallo Stato, destinato alle famiglie che hanno avuto o adottato un figlio. Si tratta di un’agevolazione molto utile e molto utilizzata in quanto le spese per mantenere un neonato sono molto elevate.

Il bonus eroga le somme spettanti tramite assegno mensile, per un massimo di 12 mesi, seguendo il relativo schema basato sull’ISEE:

  • Alle famiglie con ISEE inferiore a 7 mila euro spetteranno 1.920 euro (160 euro al mese);
  • Per le famiglie con ISEE compreso tra 7 mila e 40 mila euro spetteranno 1.440 euro (120 euro al mese);
  • Alle famiglie con ISEE superiore a 40 mila euro spetteranno 960 euro(80 euro al mese).

Bonus bebè: ecco cosa acquistare con l’agevolazione

Bambini

Vediamo ora quali prodotti è possibile acquistare con il bonus bebè. Trattandosi di neonato, i prodotti più acquistati saranno senza dubbio i pannolini, essenziali per le prime fasi di vita di un figlio. Altre spese importanti sono sicuramente quelle per passeggini e culle, o il seggiolino per i primi viaggi in auto.

Altri prodotti utili possono essere l’apparecchio per monitorare il sonno, sia acustico che video, sterilizzatori di biberon, ciucci e giocattoli. Infine vestiti, che considerando la crescita rapida sono un acquisto molto frequente: a tal proposito il bonus viene ampliato fino ai 14 anni, per consentire l’acquisto vestiti per tutte le fasi dello sviluppo.

Potrebbe interessarti Bonus bebè: le novità in arrivo