Bonus bici 2024: quanto vale, chi e dove chiederlo

Nel 2024, il panorama degli incentivi per promuovere una mobilità più sostenibile in Italia si arricchisce grazie al “bonus bici”, un’iniziativa che premia chi sceglie di spostarsi pedalando, soprattutto per recarsi al lavoro.

Seppur non sostituisca il precedente bonus mobilità, il bonus bici del 2024 rappresenta una serie di misure locali volute da Regioni e Comuni per incoraggiare l’uso di mezzi ecologici.

Come funziona il Bonus Bici 2024

L’iniziativa prevede un sostegno economico, sotto forma di agevolazione, per coloro che utilizzano la bicicletta per i propri spostamenti quotidiani, in particolare per raggiungere il luogo di lavoro. Alcune realtà locali, come ad esempio il Comune di Battipaglia e quello di Rubano, hanno già sperimentato con successo questo tipo di incentivo, mostrando una notevole adesione da parte dei cittadini.

A Battipaglia, ad esempio, è stato previsto un bonus calcolato sui chilometri effettivamente percorsi, con un importo che poteva raggiungere i 100 euro, mentre a Rubano l’incentivo è stato fissato a 25 centesimi al chilometro, con un limite giornaliero e mensile.

Contributi per l’acquisto di Mezzi Green

Oltre agli incentivi basati sui chilometri percorsi, alcune Regioni, come l’Emilia-Romagna, hanno messo a disposizione fondi per agevolare l’acquisto di nuove biciclette, inclusi i modelli con pedalata assistita e le bici cargo. Questo tipo di bonus prevede un rimborso parziale dell’importo speso per l’acquisto, contribuendo così a rendere più accessibili mezzi di trasporto eco-friendly.

Bonus per il futuro?

L’iniziativa del bonus bici non si ferma al 2024: è già stata confermata anche per l’anno successivo, segno di un impegno crescente verso la promozione di uno stile di vita più sostenibile e la riduzione delle emissioni nocive derivanti dall’uso eccessivo di autoveicoli privati.

Il bonus bici 2024 si inserisce in un contesto più ampio di ecobonus e incentivi per la mobilità sostenibile, rappresentando un passo importante verso il raggiungimento di città più verdi, salubri e vivibili. Attraverso queste iniziative, si spera di incoraggiare sempre più persone a riconsiderare le proprie abitudini di spostamento, optando per soluzioni che beneficiino sia la salute individuale che quella del pianeta.