Bonus bollette 2021: importi e come funziona

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
31/08/2021

Il Governo Draghi sta per lanciare il cosiddetto bonus bollette, che consiste in una decurtazione di parte dell’importo totale e spetta a determinate categorie di soggetti. Scopriamo insieme quali sono e vediamo i dettagli della misura.

Bollette

La conferma della prossima attuazione del bonus bollette è stata data da Arera (Autorità di regolazione per energia reti e ambiente) e in particolare dall’Enel.

Il bonus dovrebbe attuare una detrazione sull’ammontare totale della bolletta, che spetta al richiedente in base a determinati requisiti. In verità un bonus simile è già esistente a livello normativo e prende il nome di bonus sociale: sarà dunque interessante vedere in cosa si differenzia il bonus bollette.

Analizziamo il nuovo bonus bollette insieme.

Bonus bollette: di cosa si tratta?

light-bulb-3104355_1920

Il nuovo bonus bollette prevede una detrazione sulle bollette di acqua, luce e gas per aiutare le famiglie in condizioni economiche sfavorevoli. Rientrano tra le famiglie coinvolte anche quelle con persone con handicap fisici che devono utilizzare apparecchi elettronici che consumano molta energia.

Per stato di bisogno economico s’intende:

“Sono considerate situazioni di disagio economico quelle in cui le famiglie hanno un reddito ISEE per nucleo familiare inferiore a 8.265 euro annui. Questo limite si alza a 20 mila euro se nel nucleo familiare ci sono più di tre figli a carico”.

Arera, inoltre, ha reso note le date di attivazione del bonus: sarà valido per le bollette del secondo semestre del 2021, ma avrà anche effetto retroattivo per le bollette dei mesi precedenti.

Come fare domanda e a quanto ammonta

Gas

Per ottenere la detrazione sulle bollette non sarà più necessario presentare domanda. Basterà bensì presentare la DSU (dichiarazione unica sostitutiva) utile ai fini ISEE, dalla quale verrà desunta la situazione reddituale e applicato automaticamente il bonus.

Per quanto riguarda l’importo, questo varia in base alla tipologia di bolletta: acqua, luce e gas. Ad esempio per la luce, se il nucleo è composto da una o due persone, il bonus luce sarà di 128 euro annui. Se composto da tre o quattro persone il bonus sarà di 151 euro. Con più di quattro 177 euro. Per le persone con disagio fisico ammonta tra i 189 e 676 euro.

Il bonus gas varia sia per il numero di persone del nucleo, sia per la zona climatica in cui si risiede (l’Italia è divisa in sei zone, dalla A alla F). Il bonus può valere da un minimo di 30 euro ad un massimo di 245 euro.

Il bonus acqua, invece, funziona diversamente: se si utilizzano meno di 18,25 metri cubi d’acqua, non si dovrà pagare nulla.