Bonus bollette 2022: aggiornati i requisiti ISEE

Luca Paolucci
  • Esperto di: Politica, Economia e Detrazioni Fiscali
09/04/2022

Il Governo ha prorogato fino al 31 dicembre 2022 il bonus bollette sia per l’energia elettrica che per la componente gas. Vediamo nel seguente articolo come funziona la misura di sostegno, quali sono gli importi degli sconti e a chi spettano.

businessman-with-a-light-bulb-in-his-hand-min

Il bonus bollette dovrebbe interessare da qui a fine anno oltre 5,2 milioni di famiglie a basso reddito senza limitazioni sul tipo di contratto di fornitura attivo, che può essere sia in regime tutelato che libero.

Il decreto Ucraina bis, inoltre, ha innalzato il normale limite ISEE di 8.265 euro portandolo a 12.000 euro.

Vediamo insieme tutti i dettagli del bonus.

Bonus bollette 2022: come funziona

money-notepad-and-calculator-on-the-table

Il bonus bollette viene erogato in automatico come sconto diretto in bolletta, senza la necessità di presentare alcuna domanda. Lo sconto per la componente energia elettrica è pari a:

  • 165 euro a trimestre per i nuclei di 1-2 componenti;
  • 200 euro a trimestre per i nuclei di 3-4 componenti;
  • 235 euro a trimestre per i nuclei con oltre 4 componenti.

Per quanto riguarda la componente gas, invece, l’importo dello sconto dipende sia dal numero di componenti della famiglia sia dalle zone climatiche. Nello specifico, i nuclei fino a 4 componenti avranno uno sconto di:

  • 2,73 euro (zona climatica A/B);
  • 7,28 euro (zona climatica C);
  • 17,29 euro (zona climatica D);
  • 16,38 euro (zona climatica E);
  • 56,42 euro (zona climatica F).

Per i nuclei formati da più di 4 componenti, lo sconto sarà di:

  • 13,65 euro (zona climatica A/B);
  • 20, 02 euro (zona climatica C);
  • 32,76 euro (zona climatica D);
  • 33,67 euro (zona climatica E);
  • 85,54 euro (zona climatica F).

Bonus bollette: i requisiti aggiornati

lightbulb-gfd28f0535_1280

Questi i requisiti aggiornati da rispettare per ottenere il bonus bollette:

  • il beneficiario deve essere l’intestatario del contratto di fornitura di luce e/o gas;
  • il beneficiario deve trovarsi in una situazione di disagio economico;
  • il nucleo familiare deve presentare un ISEE non superiore a 12.000 euro;
  • in caso di nucleo familiare con più di tre figli, l’ISEE non deve superare i 20.000 euro;
  • il nucleo familiare deve essere titolare di Reddito o Pensione di Cittadinanza.