Bonus bollette 2022: gli importi per luce e gas

Luca Paolucci
  • Esperto di: Politica, Economia e Detrazioni Fiscali
14/02/2022

Il bonus bollette è stato introdotto nell’autunno del 2021 per rispondere agli aumenti delle utenze di luce e gas in atto dall’estate dello scorso anno. Vediamo nel dettaglio come funziona l’agevolazione, in attesa delle nuove mosse del Governo a fronte dei nuovi rincari.

money-1005464_1920

Il bonus bollette è una misura di sostegno rivolta alle famiglie introdotta lo scorso anno dal Governo Draghi per rispondere agli aumenti record delle tariffe nazionali del gas e dell’energia elettrica, iniziati nell’estate 2021 e proseguiti ininterrottamente fino ad oggi.

È notizia di questi giorni, infatti, la decisione dell’Esecutivo di dar vita ad una nuova ondata di aiuti, indispensabile a fronte dei prezzi sempre più alti.

Il bonus bollette viene erogato in automatico come sconto in bolletta ai soggetti che ne hanno diritto: vediamo nel seguente articolo gli importi previsti per il gas e la luce.

Bonus bollette: a chi spetta

light-bulb-2722916_1920

Il bonus bollette è un contributo economico introdotto dal Governo Draghi per calmierare gli effetti sulle famiglie dell’aumento delle tariffe di luce e gas scattati nell’autunno dello scorso anno.

L’agevolazione è riconosciuta:

  • alle famiglie composte da un massimo di tre membri con ISEE non superiore a 8.265 euro;
  • alle famiglie con quattro o più membri con un ISEE non superiore a 20.000 euro;
  • ai beneficiari di Reddito di Cittadinanza o di Pensione di Cittadinanza;
  • ai malati gravi che fanno uso di apparecchiature salvavita.

Bonus bollette: gli importi per luce e gas

Gas

Gli importi del bonus relativi all’energia elettrica sono i seguenti:

  • 128 euro per le famiglie con massimo due componenti;
  • 151 euro per le famiglie con massimo quattro componenti;
  • 177 euro per le famiglie con più di quattro componenti.

Per quanto riguarda il gas, invece, gli importi scontati per acqua calda, sanitaria, uso cottura e riscaldamento variano in relazione alla numerosità e alla Regione di residenza dei nuclei familiari:

  • per le famiglie fino a 4 componenti si va da uno sconto minimo di 67 euro (Sicilia e Reggio Calabria) fino ad un massimo di 170 euro (Veneto e Piemonte);
  • per le famiglie con più di 4 componenti si va da un minimo di 93 euro (Sicilia e Reggio Calabria) fino ad un massimo di 245 euro (Veneto e Piemonte).