Bonus bollette 2023: limite ISEE e sconti

Nel primo trimestre del 2023 sarà possibile usufruire del bonus bollette, lo sconto sulle utenze rinnovato dalla Legge di Bilancio, che anche innalzato la soglia ISEE per accedere all’agevolazione. Vediamo insieme qual è il limite stabilito per l’anno in corso.

light-bulb-3104355_1920

La Manovra ha prorogato per gennaio, febbraio e marzo 2023 il bonus bollette (o bonus sociale). Stiamo parlando dello sconto applicato sulle bollette di luce e gas delle famiglie italiani in condizioni di disagio economico e fisico.

La nuova Finanziaria ha anche allargato la platea di beneficiari della misura, aumentando il limite ISEE da 12mila euro a 15mila euro. Per quanto riguarda le famiglie numerose, ossia quelle con almeno 4 figli a carico, la soglia resta ferma a 20mila euro.

Bonus bollette: qual è la soglia ISEE per il 2023

light-bulb-1640438_1920

La maggior parte delle risorse stanziate per la Legge di Bilancio saranno sono state utilizzate per finanziare interventi volti a contrastare il caro energia dell’ultimo periodo e per aiutare le famiglie italiane ad affrontarlo.

Una parte dei fondi è stata utilizzata per rinnovare il bonus bollette per il primo trimestre del 2023 e per innalzare ancora una volta la soglia ISEE. Quest’ultima, infatti,  è stata portata da 8.265 a 12mila euro dal 1° aprile al 31 dicembre di quest’anno e per il 2023 la soglia Isee è passata da 12mila a 15mila euro.

Bonus bollette: di cosa si tratta

Gas

Il bonus sociale luce e gas è stato introdotto dal Decreto Rilancio e consiste in una riduzione delle aliquote degli oneri generali di sistema e si affianca alla possibilità di rateizzazione del pagamento delle bollette e uno sconto sull’Iva per la fornitura di gas.

Per poter usufruire del bonus sociale, è necessario appartenere alle seguenti categorie:

  • nuclei familiari con ISEE inferiore a 15.000 euro annui;
  • nuclei familiari numerosi e ISEE non superiore a 20.000 euro annui;
  • utenti con patologie gravi e certificate che necessitano di apparecchi elettrici di tipo medico;
  • percettori di pensione e reddito di cittadinanza.

Lo sconto verrà applicato in maniera automatica, non è quindi necessario presentare la domanda.

Lascia un commento