Bonus bollette per disagio fisico 2023 prorogato: scadenza e quando spetta

È stato prorogato al 30 giugno 2023 il bonus bolletto aggiuntivo riconosciuto ai soggetti che necessitano quotidianamente dell’utilizzo di apparecchiature elettromedicali dall’elevato consumo di energia elettrica. Vediamo nel seguente articolo come funziona il bonus e quando si può richiedere.

maschio-anziano-che-fa-inalazione-attraverso-la-maschera-di-ossigeno-nella-camera-da-letto-di-casa-e-usa-il-suo-computer-portatile-min

È ufficiale la proroga al 30 giugno 2023 del bonus bollette per disagio fisico, l’agevolazione riconosciuta ai soggetti in gravi condizioni di salute che utilizzano giornalmente apparecchiature elettromedicali che comportano un elevato consumo di energia elettrica.

Vediamo nel dettaglio quando si può richiedere il contributo e come funziona.

Bonus bollette per disagio fisico: c’è la proroga al 30 giugno

money-notepad-and-calculator-on-the-table

Tra le varie misure prorogate con il nuovo decreto contro il caro bollette c’è anche il bonus elettrico per disagio fisico, il contributo aggiuntivo che viene riconosciuto ai soggetti in gravi condizioni di salute costretti ad utilizzare apparecchiature elettromedicali che comportano un elevato consumo di energia elettrica. L’importo viene scontato direttamente sulla bolletta elettrica, suddiviso nelle diverse bollette corrispondenti ai consumi dei 12 mesi successivi alla presentazione della domanda.

I beneficiari

Possono richiedere il bonus sia i clienti domestici affetti da grave malattia che i clienti domestici con fornitura elettrica presso i quali viva un soggetto affetto da grave malattia che necessita di apparecchiature elettromedicali per il mantenimento in vita.

Come richiedere il bonus

La domanda per il bonus va effettuata al al proprio Comune, o presso i CAF abilitati, dopo aver verificato di essere in possesso di un certificato ASL che attesti:

  • la situazione di grave condizione di salute;
  • la necessità di utilizzare le apparecchiature elettromedicali per supporto vitale;
  • il tipo di apparecchiatura utilizzata e le ore di utilizzo giornaliero;
  • l’indirizzo presso il quale l’apparecchiatura è installata.

Oltre a ciò, va allegato il documento di identità e il codice fiscale del richiedente e del malato (se diverso dal richiedente), e l’apposito modulo di domanda compilato (modulo B) disponibile sul sito di ARERA.

Bonus bollette per disagio fisico: quando spetta

close-up-of-senior-woman-hand-on-wheel-of-wheelchair-during-walk-in-hospital-min

Le apparecchiature ammesse al bonus sono quelle individuate dal decreto del Ministero della Salute del 13 gennaio 2011.

Funzione cardio respiratoria

Per quanto riguarda gli strumenti con funzione cardio respiratoria:

  • apparecchiature per pressione positiva continua;
  • ventilatori polmonari;
  • polmoni d’acciaio;
  • tende per ossigeno terapia;
  • concentratori di ossigeno fissi;
  • concentratori di ossigeno portatili;
  • aspiratori;
  • monitor multiparametrici;
  • pulsossimetri.

Funzione renale

Per quanto riguarda gli strumenti con funzione renale:

  • apparecchiature per la dialisi peritoneale;
  • apparecchiature per emodialisi.

Funzione alimentare

Per quanto riguarda gli strumenti con funzione alimentare:

  • nutripompe;
  • pompe d’infusione.

Ausili

Per quanto riguarda gli ausili:

  • carrozzine elettriche;
  • sollevatori mobili;
  • sollevatori mobili a sedili elettrici sollevatori mobili a barella elettrici;
  • sollevatori fissi a soffitto;
  • sollevatori per vasca da bagno;
  • materassi antidecubito.

Lascia un commento