Bonus bollette prolungato: beneficiari, esclusi e novità

Come annunciato dal governo, il bonus bollette – inteso come supporto economico ai cittadini per contrastare il caro bollette dovuto all’aumento del costo dell’elettricità e del gas – sarà prorogato fino a settembre. Attenzione, però, perché non tutti potranno beneficiarne: vediamo insieme le novità e le modalità per poterlo richiedere. 

Bonus bollette prolungato: beneficiari, esclusi e novità

Il bonus bollette rimane in vigore anche per tutto il mese di settembre. Questa la decisione che è stata presa dal Governo Meloni, che ha scelto di prorogare la misura a sostegno dei cittadini e delle famiglie italiane che si sono trovate in grossa difficoltà visto il rincaro dovuto all’aumento del costo dell’elettricità e del gas.

Anche se i prezzi stanno tornando progressivamente a livelli medi, si è scelto di prorogare il bonus bollette almeno fino a settembre: chi potrà beneficiare di questa agevolazione? Non tutti, infatti, potranno accedere alla misura.

Bonus bollette: stanziati nuovi fondi

Bonus bollette prolungato: beneficiari, esclusi e novità

Secondo quanto comunicato ufficialmente dal Governo Meloni, c’è stato un nuovo stanziamento di fondi pubblici destinati proprio al bonus bollette. Sono circa 800 milioni gli euro messi a disposizione per finanziare il bonus, che sarà erogato nuovamente per riuscire a contrastare l’aumento dell’inflazione. Diversi, però, i requisiti rispetto alla prima erogazione.

Bonus bollette: nuovi beneficiari

Il bonus bollette potrà essere ricevuto solo da coloro che rientrano nei requisiti precisi che sono stati espressi. Sarà fondamentale, prima di tutto, che il reddito Isee non superi i limiti previsti. Per poter beneficiare del bonus bollette, infatti, sarà richiesto un reddito inferiore o uguale a 15mila euro: tutti coloro che rientreranno in questa categoria potranno vedersi accreditata l’agevolazione.

Eccezioni per il bonus bollette

Bonus bollette prolungato: beneficiari, esclusi e novità

Tra coloro che possono accedere al bonus bollette, poi, ci sono i nuclei familiari con più di 4 figli a carico. In questo caso il reddito Isee non deve essere superiore a 30mila euro. Non solo, coloro che hanno un grave disagio fisico – o che devono utilizzare macchinari per motivi di salute – non devono sottostare al calcolo dell’Isee.

Bonus bollette: come funziona l’agevolazione

Non è necessario presentare alcuna richiesta, ma andrà presentata la Dsu, ovvero la dichiarazione sostitutiva unica, oppure la certificazione per il reddito Isee, affinché venga attestato che rientra nel limite previsto.

Lascia un commento