Bonus caldaia 2021: come richiederlo

07/06/2021

Tra le agevolazioni previste dal Superbonus 110% ce n’è anche una che riguarda gli impianti di riscaldamento. Si tratta di un bonus a cui possono accedere coloro i quali vogliono sostituire o ristrutturare il proprio impianto. Quando è possibile richiederlo? Scopriamo insieme le modalità e le tempistiche.

Progetto senza titolo – 2021-06-06T103217.308

Nel Superbonus 110% sono previste anche alcune misure (agevolazioni e detrazioni) che riguardano in particolar modo l’impianto di riscaldamento. Coloro i quali vogliano sostituire i vecchi impianti oppure vogliano ristrutturarli, possono accedere a due tipologie di bonus: il bonus caldaia e il bonus stufa a pellet.

Unico requisito per poter accedervi riguarda la modalità di pagamento dell’intervento, che deve essere tracciabile. Per questo deve avvenire tramite bonifico bancario o tramite sistemi elettronici sempre e comunque tracciabili. Da conservare, poi, tutta la documentazione fornita dal tecnico una volta concluso l’intervento. Entro i 90 giorni successivi, poi, è necessario inviare all’ENEA la scheda con le informazioni tecniche dell’impianto installato.


Leggi anche: Carlo Ruta: esiste la libertà d’informazione in Italia?

Bonus caldaia: agevolazioni

Progetto senza titolo – 2021-06-06T103151.882

Sono previste due diverse agevolazioni, sotto forma di detrazione, a secondo dell’intervento previsto da chi ne fa richiesta. Chi si trova a dover ristrutturare casa, e vuole quindi modificare anche l’impianto di riscaldamento per questo, può accedere al bonus ristrutturazioni, che prevede una detrazione pari al 50%. La quota sale, invece, per coloro i quali scelgono di intervenire con lo scopo di risparmiare energia: in questo caso è previsto un ecobonus con una detrazione del 65%.

Per quanto riguarda l’installazione di una nuova caldaia, il bonus è previsto per chi sceglie un impianto di classe A o di categoria superiore. Inoltre, è prevista una detrazione del 50% anche sull’acquisto delle valvole termostatiche più recenti, da inserire nei caloriferi.

La richiesta per il bonus che sarà erogato dall’Agenzia delle Entrate in 10 rate, può essere effettuata non solo dal proprietario della casa in cui avviene l’intervento, ma anche dall’affittuario.

Le stesse modalità e quote delle detrazioni valgono anche per coloro che vogliano installare una stufa a pellet: anche in questo caso si può accedere a bonus ristrutturazioni o ecobonus, a seconda del tipo di intervento, con le stesse modalità sopra indicate.