Bonus caldaia: quali bonus si possono ancora utilizzare?

Il bonus caldaia è ancora disponibile per gli italiani, ma in che modo può essere utilizzato? Si tratta di tre soluzioni alterative che consentono ai beneficiari di poter sostituire la caldaia ormai obsoleta. Vediamo nel seguente articolo i dettagli della vicenda.

Caldaia

C’è ancora tempo (anche se poco) per poter richiedere ed ottenere il bonus caldaia. La legge finanziaria ha apportato delle importanti modifiche sistemiche al bonus caldaia, recependo in alcuni casi le direttive UE in materia. Vediamo quindi quali sono i bonus ancora accessibili e come richiederli.

Bonus caldaia: come averlo con il bonus ristrutturazione

28-dicembre-Bonus-sud-no-scritta

Vediamo in primis come è possibile avere il bonus caldaia tramite il bonus ristrutturazioni. In questo caso la detrazione spettante è del 50% sulle spese sostenute per un limite massimo di 96.000 euro ripartita in 10 quote annuali di pari importo. La detrazione è valevole per l’installazione di caldaie a condensazione con classe energetica A.

Bonus caldaia: come cambiarla con l’Ecobonus?

Alternativa al bonus ristrutturazione è quella offerta dall’Ecobonus. Questo si sostanzia in una detrazione del 65% per l’acquisto di una caldaia di classe A e sistemi di termoregolazione di classe V, VI o VII. L’importo massimo della detrazione è pari a 60.000 euro su una spesa di 120.000 euro con detrazione spalmabile in 10 anni.

Bonus caldaia: come averlo con il Superbonus?

Infine vi è la possibilità di avere il bonus caldaia tramite il Superbonus. Per poter cambiare la caldaia con il Superbonus è necessario acquistarne una che abbia per lo meno due classi energetiche superiori. Solo in questo modo si potrà ottenere un vantaggio ecologico chiave per accedere al Superbonus.

Bonus caldaia: a chi spetta?

sismabonus-1280×720

Vediamo ora a chi spetta il bonus caldaia e chi può utilizzarlo. Tali bonus possono essere richiesti da coloro che hanno un reale diritto sull’immobile, quindi anche gli affittuari. L’unica cosa da tenere presente che per poter usufruire di tale sgravio si dovrà usare un metodo tracciabile e non contante come carte, bancomat, bonifici.

 

Lascia un commento