Bonus carburanti dipendenti 2022: come ottenerlo?

Luca Paolucci
  • Laurea in Economia e Management
  • Laureato in Management Internazionale
02/12/2022

I dipendenti privati possono ancora beneficiare del bonus carburanti, la misura introdotta quest’anno per supportare i lavoratori nel pagamento del carburante necessario per affrontare viaggi e trasferte di lavoro. Vediamo come funziona il bonus e in che modo si può ottenere.

man-driving-car-from-rear-view (1)

C’è ancora tempo per usufruire del bonus carburanti, il contributo fino a 200 euro concesso volontariamente dal datore di lavoro al proprio dipendente da poter utilizzare per fare il pieno della propria auto.

Vediamo insieme come ottenere e a chi spetta il bonus, valido per rifornimento di benzina, diesel, gpl, metano e per la ricarica dei veicoli elettrici.

Bonus carburanti 2022: cos’è e a chi spetta

covid-19-global-economic-crisis

C’è tempo fino al 12 gennaio 2023 per richiedere il bonus carburanti, la misura introdotta quest’anno che prevede il riconoscimento volontario da parte del datore di lavoro di un voucher fino a 200 euro da spendere per fare il pieno.

Il bonus può essere emesso esclusivamente dalle aziende private, dagli studi professionali o da enti del settore terziario che non si occupino di attività commerciali, e non concorre alla formazione del reddito del dipendente. Sono compresi anche gli apprendisti, i lavoratori part-time, i lavoratori assunti a tempo determinato e i lavoratori intermittenti.

Sono esclusi dal bonus tutti i lavoratori pubblici, i lavoratori a partita IVA, i lavoratori autonomi occasionali, i collaboratori con contratti di tipo co.co.co o coloro che ricevono redditi di lavoro assimilato, come i tirocinanti.

Non sono previsti ulteriori requisiti in termini di ISEE o di reddito.

Bonus carburanti 2022: come ottenerlo

money-3

Il bonus carburanti 2022 viene erogato volontariamente dal datore di lavoro al lavoratore dipendente: di conseguenza, non è prevista alcuna procedura di domanda.

Nel caso in cui l’azienda decida di offrire al proprio dipendente il bonus carburanti, sarà lei stessa a comunicarglielo e ad erogare i voucher del valore della cifra prevista. La spesa legata al bonus è completamente a carico dell’azienda che lo eroga, che verrà poi rimborsata direttamente dallo Stato.

La concessione del bonus può avvenire da subito e senza la necessità di un preventivo accordo contrattuale. I voucher dovranno essere erogati entro il 12 gennaio 2023, secondo il principio di cassa allargato, con il lavoratore che potrà usufruirne entro la data di scadenza indicata sul buono.