Bonus casa 2021: novità ed entro quando utilizzarli

04/08/2021

Della moltitudine di bonus e agevolazione che sono state messe a disposizione per la casa, alcune di questi scadranno il prossimo 31 dicembre. Dall’agevolazione per i mobili a quella per i giardini, passando per le facciate e la ristrutturazione: vediamo insieme cosa fare per non perderli.

hotel-4471100_1920

Quali sono i bonus casa in scadenza nel 2021? Dall’agevolazione per i mobili a quella per la messa a nuovo del giardino, ci sono alcuni bonus che attendono la conferma per il prossimo anno. Dalla Legge di Bilancio 2021, infatti, ci si può aspettare il solito rimpasto di bonus.

Vediamo quindi quali sono i bonus casa a rischio scadenza nel 2021 e come fare a non perderli.

Bonus mobili in scadenza: come utilizzarlo

a-tv-in-modern-living-room-with-armchair-and-plant-on-concrete-wall-background-3d-rendering-min

Il bonus mobili consiste in una detrazione Irpef del 50% su un massimale di 16 mila euro. I mobili che si possono acquistare sono:


Leggi anche: Superbonus, ecobonus e bonus casa 2021: da ottobre serve lo SPID

  • arredi come tavoli, materassi, lampadari, sedie, divani, letti, cassettiere, scrivanie, poltrone, comodini e infine lampadari;
  • elettrodomestici come congelatori, lavatrici, frigoriferi, asciugatrici, apparecchi per la cottura, apparecchi elettrici di riscaldamento/raffreddamento, forni a microonde, lavastoviglie, piastre riscaldanti elettriche.

Il periodo di acquisto dei mobili è compreso tra  il 6 giugno 2013 al 31 dicembre 2021 e questi devono essere sostenuti inderogabilmente dopo l’inizio dell’intervento di ristrutturazione.

Bonus casa: sono in scadenza anche le agevolazioni per giardini e terrazze

balcony-4540183_1920

Fino al 31 dicembre 2021 i contribuenti interessati alle opere di sistemazione a verde, coperture a verde e giardini pensili possono usufruire della detrazione Irpef del 36%, entro la soglia massima di 5.000 euro di spesa.

Un elemento da sottolineare è che per il bonus verde, così come per il bonus mobili, non è prevista la possibilità di richiedere lo sconto in fattura o la cessione del credito.

L’unico modo per usufruire di questi due bonus quindi è tramite detrazione effettuata in dichiarazione dei redditi (ed è dunque necessario avere abbastanza capienza Irpef).

 

Mattia Anastasi
  • Laureato in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
  • Laureando in Finanza e Metodi Quantitativi per l'Economia curriculum in Assicurazioni
  • Esperto in: Economia e Detrazioni Fiscali
Suggerisci una modifica