Bonus casa: quali scadono e quali sono confermati per il 2023

Rachele Luttazi
  • Esperta in welfare e bonus
  • Laurea Magistrale in Economia dell'Ambiente e della Cultura
04/12/2022

Il governo Meloni ha deciso di confermare alcuni dei bonus e degli incentivi già in vigore per il prossimo anno, mentre altri sono in scadenza il 31 dicembre 2022. Vediamo insieme quali bonus ci saranno nel 2023 e quali non.

crop-hand-holding-house-near-coins-min

Diversi sono i bonus confermati per il 2023, mentre altri sono in scadenza quest’anno. Dal superbonus 110% al bonus mobili: vediamo quali misure saranno presenti il prossimo anno e quali no.

Bonus casa: quali ci saranno e quali non nel 2023

world-habitat-day-close-up-picture-of-a-pile-of-coins-and-a-model-house-min

Ad essere prorogati anche per il prossimo anno sono le seguenti agevolazioni:

  • bonus ristrutturazioni edilizie (detrazione 50%), introdotto con l’obiettivo di supportare la ristrutturazione degli edifici rispettando determinati canoni;
  • ecobonus (detrazione fino al 65%), per tutti i lavori di efficientamento energetico degli edifici;
  • bonus mobili e grandi elettrodomestici (detrazione 50%), serve a sostenere le spese per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici di ultima generazione e a basso impatto ambientale ;
  • sismabonus (detrazione 75% ecc.) per il miglioramento di due classi sismiche dell’edificio;
  • bonus verde (detrazione 36%), per la sistemazione dei giardini.

Il bonus facciate è stato confermato per le spese sostenute entro il 31 dicembre 2022 e la legge di bilancio 2022 ne ha ridotto la percentuale di detrazione dal 90% al 60%. Anche il bonus prima casa under 36 non è stato prorogato per il 2023.

Superbonus 2023: le novità

house-1353389_1920

Tra i bonus prorogati anche per il prossimo anno troviamo il Superbonus, la cui aliquota di detrazione passa al 90% per i condomini, a meno che i cantieri non siano già avviati e sia stata presentata una Cila prima del 18 novembre di quest’anno. Inoltre, la misura resta solo per la prima casa e con un reddito del proprietario non superiore al 15.000 euro (valore che aumenta in base al numero di persone del nucleo familiare).

Il bonus resta al 110% fino al 31 marzo 2023 per le case indipendenti per le quali siano stati completati il 30% degli interventi entro il 30 settembre scorso.