Bonus casa under 36: come utilizzare il credito d’imposta

Luca Paolucci
  • Esperto di: Politica, Economia e Detrazioni Fiscali
25/05/2022

 Tra le varie agevolazioni introdotte dal decreto Sostegni bis ci sono anche quelle rivolte ai giovani under 36 intenzionati ad acquistare un’abitazione. Vediamo nel seguente articolo quali sono gli incentivi a cui si può accedere quest’anno e come fare per utilizzarli.

house-key-in-home-insurance-broker-agent-s-hand-protection-min

Il bonus casa under 36 è stato confermato anche quest’anno e prevede importanti agevolazioni per i giovani che decidono di acquistare l’abitazione principale. Gli incentivi sono attivi anche qualora si decida di stipulare un contratto di finanziamento.

Vediamo nel dettaglio come funziona il bonus e cosa bisogna fare per usufruirne.

Bonus casa under 36: cosa prevede

world-habitat-day-model-house-on-hand

I giovani under 36 intenzionati ad acquistare un’abitazione possono beneficiare di alcune agevolazioni, sia al momento dell’acquisto dell’immobile che nella definizione del piano di finanziamento.

Nel dettaglio, i vantaggi quando si acquista l’immobile riguardano:

  • l’esenzione immediata dall’imposta di registro;
  • l’esenzione immediata dalle imposte ipotecaria e catastale;
  • il riconoscimento di un credito d’imposta pari all’ammontare dell’IVA corrisposta per l’acquisto di nuove costruzioni, se dovuta.

Nel caso di stipula di un contratto di finanziamento (mutuo), inoltre, è prevista l’esenzione dall’imposta sostitutiva, pari allo 0,25% dell’ammontare complessivo.

Bonus casa under 36: come indicarlo

businessman-checking-documents-at-table-min

Ai fini dichiarativi il credito d’imposta deve essere indicato, alternativamente:

  • nel rigo G8 del modello 730, relativo ai crediti di imposta;
  • nel rigo CR13 del modello Redditi Pf.

Fatto ciò, occorre compilare la colonna corrispondente alla propria situazione:

  • nella colonna 1 va indicato il credito di imposta per il riacquisto della “prima casa” che non ha trovato capienza nell’imposta che risulta dalla precedente dichiarazione;
  • nella colonna 2 va indicato il credito di imposta maturato nel 2021;
  • nella colonna 3 va indicato il credito di imposta utilizzato in compensazione nel modello F24 fino alla data di presentazione del modello dichiarativo;
  • nella colonna 4 va indicato il credito di imposta utilizzato in compensazione negli atti stipulati successivamente all’acquisto della “prima casa” assoggettata ad IVA.

Il credito di imposta potrà poi essere inserito in compensazione all’interno del modello F24, utilizzando il codice tributo 6928 denominato “Credito d’imposta “prima casa under 36” – art. 64, c. 7, DL n. 73 del 2021”.