Bonus casa under 36: da quando sarà disponibile?

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
20/11/2022

Novità per quanto riguarda i mutui concessi per l’acquisto della prima casa ai giovani under 36 in Italia. I fondi erano stati bloccati, ma con il decreto Aiuti ter è stato previsto lo sblocco. I fondi potranno essere sì richiesti ma solo per il mese di Dicembre 2022. Vediamo tutto quello che c’è da sapere a riguardo nel seguente articolo.

Casa

E’ ufficiale: per tutto il mese di Dicembre 2022 saranno sbloccati i fondi relativi al bonus prima casa per gli under 36. Il bonus consente di coprire le spese fino all’80% e riguarda le seguenti categorie: giovani coppie, i nuclei mono-genitoriali con figli minori e i residenti degli IACP ai giovani under 36.

Approfondiamo le novità insieme nel seguente articolo.

Bonus prima casa: la storia della misura

bonus-casa

Vediamo in primis qual è la storia della misura introdotta dal governo Draghi, con l’intento di favorire i giovani lavoratori che avevano intenzione di fare il grande passo ed acquistare una prima casa. La misura infatti parla chiaro: tutti coloro che hanno meno di 36 anni e comprano una prima casa possono accedere al Fondo di garanzia sui mutui per la prima casa.

L’acquisto però non riguarda qualsiasi tipologia di abitazione: ne sono infatti escluse quelle di prestigio e la validità è solamente per quelle il cui atto di acquisto viene formalizzato entro il 31 Dicembre 2022.

Bonus prima casa under 36: quanto incidono i nuovi tassi d’interesse?

Casa

Analizziamo infine qual è la situazione del settore immobiliare dopo l’aumento dei tassi d’interesse, varato dalla Banca Centrale Europea. Coloro che sono in possesso di mutui con tasso variabile, stanno subendo delle vere e proprie stangate che rischiano di compromettere ancor di più la situazione economica. Proprio per questo motivo sono stati sbloccati i fondi:

Al fine di mitigare il rischio della paralisi totale della misura a fronte di una domanda ancora consistente si dà la possibilità di accesso alle condizioni agevolate di garanzia fino all’80% anche nei casi in cui il tasso di interesse delle banche non superi il Tegm.