Bonus centri estivi 2022: importi, beneficiari e domanda

Luca Paolucci
  • Esperto di: Politica, Economia e Detrazioni Fiscali
10/06/2022

L’INPS ha pubblicato il bando relativo al bonus centri estivi 2022, l’agevolazione concessa alle famiglie sotto una certa soglia di reddito che hanno intenzione di mandare i propri figli ad un centro estivo. Vediamo nel seguente articolo come funziona il bonus e cosa fare per ottenerlo.

waterslide-g751a04b23_1920

 

È stato pubblicato sul sito web dell’INPS il bando avente ad oggetto il bonus centri estivi 2022, che prevede l’assegnazione di contributi a titolo di rimborso spese per la partecipazione a centri estivi diurni in Italia riservati a minori di età compresa tra i 3 e i 14 anni.

Tutte le domande devono essere trasmesse entro le ore 12 del 20 giugno 2022: vediamo come funziona la procedura.

Bonus centri estivi 2022: come funziona

toy-gee307dcef_1920

Il bonus centri estivi 2022 consiste in un rimborso spese che arriva fino a 400 euro al mese, riconosciuto per la partecipazione ad un centro estivo diurno della durata minima di una settimana (cinque giorni) e di massimo quattro settimane (20 giorni), anche non consecutive, da parte di minori di età compresa tra 3 e 14 anni (non compiuti alla data del 30 giugno 2022). Il bonus copre:

  • le spese connesse alle attività ludico-ricreative-sportive previste;
  • le spese di vitto (ad esempio merende e pranzo);
  • eventuali gite;
  • le coperture assicurative.

Bonus centri estivi 2022: domanda e quando arriva

inps-pensioni-1200×675

La domanda per il bonus centri estivi 2022 va presentata online sul sito dell’INPS entro le ore 12 del prossimo 20 giugno. Non sono previsti limiti di reddito, ma la graduatoria sarà fatta in base all’indicatore ISEE.

Il rimborso, però, non sarà immediato: le famiglie dovranno pagare in anticipo la retta del centro estivo. Per avere la certezza del bonus, infatti, bisognerà aspettare il 20 luglio 2022, data in cui l’INPS pubblicherà la graduatoria degli ammessi. La priorità sarà riconosciuta ai richiedenti orfani e, a seguire, ai ragazzi con disabilità.

Chi rientra nella graduatoria avrà tempo fino al 14 ottobre per caricare sul sito dell’ente previdenziale i dati relativi all’iscrizione, le fatture o le ricevute di pagamento, oltre all’IBAN dove farsi accreditare il rimborso. Tutte le somme saranno versate entro il 31 dicembre 2022.