Bonus centri estivi 2024: quanto valgono e chi può chiederli

L’avvicinarsi dell’estate porta le famiglie italiane a cercare soluzioni per i più giovani durante i mesi non scolastici, e il bonus centri estivi 2024 si presenta come un’opportunità significativa. Scopriamo quanto valgono e chi può chiederli per quest’anno

Questa iniziativa offre un aiuto economico per le spese di iscrizione a centri estivi per bambini e ragazzi fino a 14 anni, con Regioni e Comuni che si mobilitano attivando bandi specifici, in attesa delle direttive dell’INPS.

Aevolazioni regionali e comunali per i ragazzi

Il programma prevede che le famiglie con bambini sotto i 3 anni possano utilizzare parte del bonus asilo nido, mentre per i ragazzi fino a 14 anni sono disponibili agevolazioni regionali e comunali. L’Emilia Romagna si distingue con uno stanziamento di 7 milioni di euro, destinato a famiglie con ISEE fino a 24.000 euro per bambini e ragazzi dai 3 ai 17 anni in condizioni di disabilità, offrendo fino a 300 euro per famiglia.

Rimborsi di comuni e INPS

A livello comunale, esempi come Firenze e Padova evidenziano contributi basati su ISEE e composizione familiare, con domande aperte fino a date specifiche. L’INPS, infine, prevede un bonus per i figli di dipendenti e pensionati pubblici, con rimborsi fino a 100 euro a settimana per un ISEE non oltre 8.000 euro.

Queste agevolazioni riflettono l’impegno delle istituzioni per sostenere le famiglie nell’organizzazione dell’estate, incentivando la partecipazione a programmi estivi educativi e ricreativi. È vitale per i genitori monitorare le opportunità offerte localmente per accedere a questi supporti finanziari.