Bonus centri estivi: requisiti e come funzionano

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
16/06/2022

Si avvicina la scadenza entro cui richiedere il bonus centri estivi da 400 euro: il termine ultimo è infatti stanziato al 20 Giugno 2022. La richiesta va fatta presso l’Inps, dunque è bene affrettarsi per evitare di perdere il diritto a parteciparvi. Vediamo quali sono i requisiti e come ottenere il bonus.

Bambini

Il bonus centri estivi rappresenta una grande opportunità per le famiglie con figli che vogliono farli partecipare a dei campus a tema, sportivi o legati ad altre attività. La domanda è inviabile presso l’Inps fino a lunedì 20 giugno 2022: perché è importante tenerla a mente? Stando all’ordinamento in corso, questo è l’unico bonus per i centri estivi a disposizione.

Vediamo quali sono i requisiti e come fare domanda!

Bonus centri estivi Inps: ecco di cosa si tratta

Bambini

Vediamo in primis cos’è il bonus centri estivi Inps e come funziona. Il bando è destinato ai figli dei dipendenti pubblici, che potranno richiedere il bonus per la frequentazione di campus estivi, solo se i figli hanno un età compresa tra i 3 e i 14 anni. Il periodo di riferimento va dal 1° Luglio al 10 Settembre 2022.

Il bonus si sostanzia in un rimborso, parziale o totale, sulle spese sostenute per partecipare ad un campus estivo. Questo dovrà avere una durata minima di una settimana e un massimo di quattro settimane.

Bonus centri estivi: ecco i requisiti

Bambini

Vediamo ora quali sono i requisiti per ottenere il bonus centri estivi. La domanda per il bonus può essere presentata dai genitori dipendenti pubblici o pensionati, che hanno figli con età compresa tra i 3 e i 14 anni. Tale età deve essere compiuta entro il 30 Giugno 2022. L’Inps sottolinea che il bonus non è compatibile con altre agevolazioni erogate dall’ente stesso.

La graduatoria viene effettuata seguente il criterio dell’ISEE, dunque coloro che hanno un ISEE molto basso avranno maggiori probabilità di essere presi per il bonus. Vi sono inoltre dei posti prioritari per orfani e disabili.