Bonus colonnine 2023, ampliata la platea di beneficiari: a chi spetta

Rachele Luttazi
  • Esperta in welfare e bonus
  • Laurea Magistrale in Economia dell'Ambiente e della Cultura
17/10/2023

Il governo italiano ha introdotto il “bonus colonnine,” offrendo un incentivo fino al 40% delle spese per le colonnine di ricarica per veicoli elettrici, con l’obiettivo di promuovere la mobilità elettrica e sostenere il Piano nazionale di ripresa e resilienza. Le domande possono essere presentate dal 10 al 30 novembre, e la misura è stata prorogata fino al 2024.

plugged-in-charger-into-an-electric-car-at-charge-station-min

Il governo ha annunciato l’introduzione di un nuovo incentivo noto come “bonus colonnine,” rivolto alle imprese e ai professionisti. Questo bonus coprirà fino al 40% delle spese sostenute per l’installazione di colonnine di ricarica per veicoli elettrici.

L’obiettivo è promuovere la crescita della mobilità elettrica in Italia e sostenere il Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR), che prevede lo sviluppo di oltre 20.000 infrastrutture di ricarica entro il 2026.

L’importo stanziato per questo incentivo ammonta a 87,5 milioni di euro, e il governo ha anche prorogato la misura per il 2023 e il 2024.

Bonus colonnine: di cosa si tratta

charging-electro-car-electric-gas-station

L’introduzione del “bonus colonnine” rappresenta un importante passo avanti nella promozione della mobilità elettrica in Italia. Questa misura fornisce un incentivo significativo alle imprese e ai professionisti per dotare i loro locali di colonnine di ricarica, rendendo più accessibile e conveniente la ricarica di veicoli elettrici.

Con l’obiettivo di ridurre le emissioni di gas serra e promuovere l’adozione di veicoli elettrici, il governo mira a sostenere il PNRR, un piano ambizioso che prevede l’installazione di oltre 20.000 punti di ricarica entro il 2026.

Al via le domande

Le imprese e i professionisti interessati potranno presentare le domande per il “bonus colonnine” dal 10 al 30 novembre. Questo periodo fornirà loro l’opportunità di pianificare l’installazione delle colonnine di ricarica e di compilare la documentazione necessaria.

È essenziale sottolineare che l’iniziativa è aperta sia alle imprese di qualsiasi dimensione che ai singoli professionisti, offrendo un’ampia gamma di benefici per la crescita della mobilità elettrica.

Risorse per il futuro

Il governo ha stanziato un totale di 87,5 milioni di euro per finanziare questo incentivo. Questa cifra è destinata a sostenere le imprese nell’acquisto di infrastrutture di ricarica con un valore complessivo inferiore ai 375.000 euro, oltre a fornire assistenza per spese superiori a questa soglia.

Parte di questi fondi è anche destinata ai professionisti, offrendo loro un incentivo per adottare colonnine di ricarica per veicoli elettrici.

Proroga per il futuro

Un aspetto importante dell’annuncio del governo riguarda la proroga della misura. Il “bonus colonnine” è stato esteso fino al 2023 e al 2024. Questa decisione consente a imprese e professionisti di pianificare a lungo termine e considerare l’adozione di infrastrutture di ricarica come un investimento sostenibile per il futuro, promuovendo ulteriormente la mobilità elettrica in Italia.