Bonus contributi 2022: di cosa si tratta e beneficiari

Rachele Luttazi
  • Esperta in welfare e bonus
  • Laurea Magistrale in Economia dell'Ambiente e della Cultura
23/03/2022

A partire da quest’anno, e in via del tutto eccezionale, la Legge di bilancio 2022 ha introdotto il bonus contributi per i lavoratori dipendenti. Vediamo insieme in cosa consiste il bonus contributi 2022.

money-1005479_1920Il bonus contributi è stato introdotto nella nuova Legge di Bilancio 2022,  ed è rivolto ai lavoratori dipendenti ed è previsto solamente in via transitoria ed eccezionalmente per il 2022.

Tramite la circolare INPS numero 43 del 22 marzo 2022, l’Istituto ha fornito le istruzioni in merito all’agevolazione. Vediamo insieme come funziona.

Bonus contributi 2022: cos’è e come funziona

money-1005464_1920Il bonus contributi consiste in una riduzione dell’aliquota contributiva a carico del lavoratore, come previsto dalla Legge di Bilancio 2022:

In via eccezionale, per il periodo di paga dal 1° gennaio 2022 al 31 dicembre 2022 per i rapporti di lavoro dipendente, con esclusione dei rapporti di lavoro domestico, è riconosciuto un esonero sulla quota dei contributi previdenziali per l’invalidità, la vecchiaia e i superstiti a carico del lavoratore di 0,8 punti percentuali, a condizione che la retribuzione imponibile, parametrata su base mensile per tredici mensilità, non ecceda l’importo di 2.692 euro mensile, maggiorato, per la competenza del mese di dicembre, del rateo di tredicesima. Tenuto conto dell’eccezionalità della misura di cui al primo periodo del presente comma, resta ferma l’aliquota di computo delle prestazioni pensionistiche.

Come si evince dal testo, la riduzione dell’aliquota verrà applicata soltanto ai dipendenti con paga mensile lorda fino a 2692€ in quanto, secondo le stime dei tecnici del MEF, questa sarà la categoria di lavoratori che trarrà meno vantaggi dalla revisione dell’IRPEF.

La riduzione sarà pari al 0,8% e di conseguenza l’aliquota contributiva a carico del lavoratore dipendente scenderà a 8,39% e la percentuale di taglio sarà a carico dello Stato, il quale impiegherà 1,5 miliardi di euro a sostegno della misura.

Come si versano i contributi?

money-1033647_1920Come funziona oggi il versamento della contribuzione previdenziale nelle buste paga dei lavoratori dipendenti? Come spiegato dall’INPS:

“il calcolo dei contributi previdenziali viene effettuato applicando determinate aliquote alla retribuzione lorda, sempre nel rispetto di determinati minimali di retribuzione imponibile previsti dalla legge”.

Generalmente le aliquote delle contribuzioni ai fini pensionistici IVS sono pari al 33% e vengono così modulate:

  • 23,81% a carico del datore di lavoro;
  • 9,19% a carico del lavoratore.