Bonus da 100 euro per pensionati e percettori di Naspi: tutti i dettagli

Il governo italiano ha annunciato l’introduzione di una misura temporanea finalizzata ad alleviare il carico finanziario delle famiglie a basso reddito, attraverso l’erogazione di un’indennità speciale di 100 euro. Questo bonus sarà incluso nelle tredicesime mensilità dei lavoratori, pensionati e di alcuni beneficiari di ammortizzatori sociali per l’anno 2024.

Dettagli dell’Indennità: 100 euro per sostenere le famiglie

L’indennità di 100 euro è destinata ai lavoratori con un reddito annuo inferiore a 28.000 euro e che sostengono familiari a carico, inclusi figli naturali, adottivi o affidati.
Questo provvedimento cerca di rispondere alle esigenze di quelle famiglie che, oltre a fronteggiare le spese quotidiane, devono gestire anche le esigenze di più membri della famiglia.

Estensione della misura

La proposta prevede anche di estendere questo beneficio ai pensionati e ai percettori di Naspi, l’indennità di disoccupazione.
Tuttavia, l’attuazione per i beneficiari dell’assegno di inclusione appare più complessa a causa delle specificità del sostegno a quest’ultimo gruppo.

Finanziamento e Implementazione

La misura sarà finanziata attraverso le maggiori entrate fiscali attese dalla revisione delle Partite IVA, come previsto dal recente accordo biennale. Il governo stabilirà l’ammontare esatto dell’indennità attraverso un decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze, che verrà definito entro il 15 novembre 2024.

Obiettivi e benefici previsti dal bonus

Questo intervento non solo mira a ridurre il carico fiscale per i lavoratori e le famiglie, ma si propone anche di mantenere stabile l’ordinario regime di tassazione, evitando aumenti nel prelievo fiscale delle tredicesime mensilità.
Con questa misura, il governo intende offrire un sostegno concreto, migliorando le condizioni di vita delle famiglie a basso reddito e promuovendo una maggiore equità sociale.