Bonus decoder 2022: cos’è, a chi spetta e come funziona

Rachele Luttazi
  • Esperta in welfare e bonus
  • Laurea Magistrale in Economia dell'Ambiente e della Cultura
19/12/2022

Il 21 dicembre avverrà definitivamente il passaggio al nuovo digitale terrestre ed è ancora possibile usufruire di un’agevolazione per l’acquisto dei decoder, che tuttavia aspetta soltanto ad alcuni cittadini e cittadine in possesso di determinati requisiti.

tv-set-g466ec4989_1920

A partire da mercoledì 21 dicembre, sarà completato il passaggio al nuovo digitale terrestre e sarà possibile visualizzare le reti televisive soltanto se si sarà in possesso dei nuovi dispositivi compatibili con il nuovo standard DVB-T2.

Per aiutare i cittadini e le cittadine ad affrontare le spese, era stato introdotto il bonus tv e decoder, per il quale, purtroppo, i fondi sono terminati lo scorso novembre e un possibile rifinanziamento non ha trovato spazio all’interno della legge di bilancio.

Tuttavia, alcuni possono usufruire di un’agevolazione per l’acquisto del decoder. Vediamo insieme di cosa si tratta.

Bonus decoder: di cosa si tratta

man-holding-a-tv-cable-remote-control-watching-tv-life-style-entertainment-young-people-fashion-design-and-interior-concept-men-with-the-remote-control-shows-thumb-up-min

Purtroppo, il bonus tv e decoder non è stato rifinanziato con la Manovra 2023, nonostante vi fosse l’intenzione da parte del Ministero.

Tuttavia, come ricordato da La Stampa, è ancora possibile usufruire del bonus decoder a domicilio che prevede la fornitura, in collaborazione con Poste Italiane, di un decoder a casa ai cittadini di età pari o superiore ai 70 anni, con un trattamento pensionistico non superiore a 20.000 euro annui e che siano titolari di abbonamento al servizio di radiodiffusione.

Digitale terrestre: via alle trasmissioni televisive ad alta definizione

tv-on-cabinet-in-modern-living-room-with-lamp-table-flower-and-plant-on-yellow-wall-background-min

Il 21 dicembre sarà completato il passaggio al nuovo digitale terrestre e tutte le reti televisive nazionali e locali saranno visibili soltanto se si è in possesso dei nuovi dispositivi compatibili con il nuovo standard DVB-T2, che permetterà di supportare l’alta definizione (HD) grazie alla tecnologia Mpeg-4. Inoltre, sarà necessario risintonizzazione dei canali.

In ogni caso, il Ministero delle Imprese e del Made in Italy ha messo a disposizione dei servizi di aiuto. È possibile infatti rivolgersi al call center 06 87 800 262 (dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 18) oppure chiedere aiuto via WhatsApp, scrivendo al numero 340 1206348.