Bonus edicole 2023: come funziona?

Bonus edicole 2023 al via: ma di cosa si tratta e come funziona esattamente? Il bonus è richiedibile dal 15 Febbraio e sarà erogabile come contributo una tantum. Il bonus è pensato per la trasformazione digitale e il miglioramento tecnologico delle edicole.

Giornali

Via al bonus edicole 2023: dal 15 Febbraio è infatti possibile richiedere il bonus edicole, che erogherà un’agevolazione una tantum utile per rammodernare le edicola. Gli aventi diritto avranno un mese di tempo per presentare le domande: fino al 15 Marzo 2023. Vediamo i dettagli della vicenda insieme nel seguente articolo.

Bonus edicole: cos’è e come funziona?

Giornali

Approfondiamo in primis i dettagli del bonus, cercando di capire cos’è e come funziona. Si tratta di un contributo una tantum da 2 mila euro spettante ai sensi dell’Articolo 2 del DPCM del 28 settembre 2022 e disciplinato dall’Articolo 1 del decreto del capo Dipartimento per l’Informazione e l’Editoria del 14 dicembre 2022. Il bonus è stato ideato per intervenire su diversi campi, con il fine di rendere le edicola sempre più al passo con i tempi.

Bonus edicola: quali interventi è possibile fare?

Vediamo ora nel dettaglio quali sono gli interventi effettuabili tramite il bonus edicole 2023. Si tratta di attività relative a:

  • la trasformazione digitale;
  • l’ammodernamento tecnologico;
  • l’attivazione di nuovi punti vendita;
  • la realizzazione di progetti di consegna a domicilio;
  • la fornitura di pubblicazioni agli esercizi commerciali limitrofi.

A chi spetta il bonus edicole?

Il bonus è rivolto a tutte le persone fisiche esercenti di attività commerciali attivi nel settore della vendita al dettaglio di giornali, riviste e periodici. La volontà del bonus è anche quella di tutelare le piccole realtà, per questo è pensato anche per le imprese di distribuzione della stampa che riforniscono Comuni con me no di 5 mila abitanti.

Come richiederlo?

Giornali

Vediamo infine come richiedere il bonus edicole 2023. La domanda, come ormai di consueto, potrà essere presentata solamente online, accedendo al sito  impresainungiorno.gov.it, accessibile cliccando sul link “Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per l’Informazione e l’Editoria”.

Vanno dimostrati:

  • il possesso dei requisiti;
  • l’attività o le attività realizzate nel 2022, tra quelle indicate;
  • le eventuali spese sostenute per tali attività;
  • le informazioni relative agli aiuti de minimis ricevuti nei due esercizi finanziari precedenti e in quello in corso;
  • gli estremi del conto corrente intestato al richiedente sul quale ricevere il bonus.

Lascia un commento