Bonus edilizi: ecco il nuovo decreto Prezzi

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
18/03/2022

Il governo ha di recente approvato il nuovo decreto Prezzi, che va a stabilire nuovi limiti massimi d’intervento per i bonus casa e il Superbonus 110%. L’introduzione è stata voluta fortemente dal Ministero per la Transizione Ecologica: vediamo di cosa si tratta.

superbonus 110

E’ stato ufficialmente approvato il nuovo decreto Prezzi per quanto riguarda i bonus casa e il Superbonus 110% in particolare. La pubblicazione in Gazzetta Ufficiale è avvenuta il 16 Marzo 2022, andando a rendere effettivi dei nuovi tetti massimi di spesa al di fuori dei quali non sarà possibile avere il bonus.

Le novità però non finiscono qui: riguardano infatti anche l’asseverazione dei prezzi ed il visto di conformità. Approfondiamo insieme la questione.

Decreto Prezzi: le variazioni e i motivi dell’introduzione

CISA lavori superbonus

Il nuovo decreto Prezzi per i bonus edilizi è stato fortemente voluto dal governo per delle motivazioni ben precise. In primis vi è la volontà di limitare il più possibile l’invasione degli aumenti di prezzo delle materie prime e dell’inflazione. Inoltre, il nuovo decreto consentirà di limitare, almeno sulla carta, i tentativi di frode allo Stato.

I nuovi tetti massimi entreranno in vigore a partire dal 1° Febbraio 2023, data in cui tutti gli interventi vedranno un aumento del 20% di ogni limitazione precedente. Ricordiamo che, nel caso in cui si andrà a superare i nuovi calore, il bonus non sarà più erogabile.

Bonus edilizi: novità anche per il visto di congruità e l’asseverazione

Lavori, Edilizi

Gli interventi fissati per i prezzi, avranno delle ricadute inevitabili anche su visto di congruità ed asseverazione dei prezzi. Nel dettaglio, il tecnico preposto dovrà allegare il computo metrico e verificare che siano rispettati tutti i costi massimi specifici. Gli interventi devono essere:

  • interventi di cui all’articolo 119, commi 1 e 2, del Decreto Rilancio;
  • interventi che ai sensi del presente Allegato prevedono l’asseverazione del tecnico abilitato;
  • interventi di efficienza energetica di cui all’articolo 14 del decreto-legge n. 63 del 2013, diversi da quelli di cui alla lettera b), che optano per le opzioni di cui all’articolo 121 del Decreto Rilancio.