Bonus edilizi: le novità nella Legge di Bilancio

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
23/12/2021

Dopo il recente Consiglio dei Ministri, sono stati definiti gli ultimi tasselli che compongono la nuova Legge di Bilancio. Si attendevano modifiche per i bonus edilizi e non si sono fatte attendere: il visto di conformità e l’asseverazione dei prezzi non saranno più obbligatorie.

superbonus 110

Il decreto anti-frode, posto in essere proprio come emendamento alla Legge di Bilancio, ha aggiunto due documenti in più per ottenere i bonus edilizi: l’asseverazione dei prezzi ed il visto di conformità. Ora stando alle ultime novità, questi due istituti non saranno più obbligatori.

Cerchiamo di capire quali saranno i risvolti per il panorama dei bonus edilizi, in particolare se il rischio frode aumenterà.

Bonus edilizi: la sorte del visto di conformità e dell’asseverazione dei prezzi

mobili

Come detto, la nuova Legge di Bilancio dopo averli istituiti, fa venir meno l’obbligatorietà di attuazione del visto di conformità e dell’asseverazione dei prezzi. I due istituti in origine erano obbligatori solo per il Superbonus 110%, mentre con il decreto anti-frode sono stati resi obbligatori:

  • anche al 110% quando viene usato come detrazione in dichiarazione dei redditi;
  • a tutti gli altri bonus edilizi quando usati tramite cessione del credito o sconto in fattura.

Questo decreto è nato per contrastare le numerose frodi che sono state scoperte nel panorama dei bonus edilizi, che ammontano a circa 800 milioni di euro.

I nuovi emendamenti alla Manovra hanno limitato l’obbligatorietà dei due documenti solo ai lavori superiori ai 10 mila euro: per i mini interventi non saranno più necessari.

Asseverazione dei prezzi: tutte le novità

tasse calcolo

Il nuovo emendamento fornisce spiegazioni più dettagliate anche per quanto riguarda l’asseverazione dei prezzi per i bonus edilizi. Questo riguarda i così detti prezzari: listino dei prezzi per gli interventi di riqualificazione energetica. Tali prezzari potranno essere utilizzati anche per il sismabonus, il bonus ristrutturazioni ed il bonus facciate.

Tutte queste novità sono attese in Senato per oggi giovedì 23 Dicembre, in cui verranno discusse e approvate, confluendo in un maxi emendamento. Tali interventi sui prezzi consentiranno di alleggerire adempimenti e oneri per i bonus edilizi.