Bonus energetici 2022: al via la cessione dei crediti d’imposta

Da oggi 7 luglio è possibile presentare all’Agenzia delle Entrate la comunicazione per la cessione dei crediti riconosciuti con i bonus energetici, come il bonus gas, il bonus energia elettrica e il bonus carburanti. Vediamo nel dettaglio quali sono i crediti cedibili. 

bollette-calcolo

C’è tempo da oggi 7 luglio e fino al 31 dicembre per cedere i crediti d’imposta ottenuti grazie ai bonus riconosciuti per l’acquisto di prodotti energetici, come energia elettrica, gas e carburanti.

Vediamo nel seguente articolo tutti i dettagli.

Bonus energia: al via la cessione dei crediti

cropped-view-professional-serious-finance-manager-holding-calculator-hands-checking-company-month-s-profits-min

Da oggi 7 luglio e fino al prossimo 21 dicembre 2022 è possibile presentare all’Agenzia delle Entrate la comunicazione per la cessione dei crediti d’imposta riferiti ai bonus riconosciuti per l’acquisto di prodotti energetici, come energia elettrica, gas e carburanti. La cessione del bonus deve essere effettuata in via telematica, anche avvalendosi degli intermediari abilitati.

Il credito è cedibile solo per intero dalle imprese beneficiarie ad altri soggetti, senza facoltà di successiva cessione (fatta salva la possibilità di due ulteriori cessioni solo se effettuate a favore di ssoggetti qualificati, come banche e intermediari finanziari, società appartenenti ad un gruppo bancario e compagnie di assicurazione).

Entro 5 giorni lavorativi dalla ricezione delle comunicazioni, l’Agenzia delle Entrate può sospendere le istanze che presentano profili di rischio per effettuare i necessari controlli.

Tutti i crediti cedibili

office-with-documents-and-money-accounts (3)-min

Ricordiamo che ono agevolate le spese sostenute nel primo e nel secondo trimestre 2022 per l’acquisto di energia elettrica, gas e carburanti. Questi, nel dettaglio, i crediti d’imposta che possono essere ceduti:

  • a favore delle imprese energivore, primo trimestre 2022, (articolo 15 del Dl n. 4/2022, pari al 20% delle spese sostenute;
  • a favore delle imprese energivore, secondo trimestre 2022 (articolo 4 del Dl n. 17/2022), pari al 25% delle spese sostenute;
  • a favore delle imprese a forte consumo di gas naturale, primo trimestre 2022, (articolo 15 Dl n. 4/2022) pari al 10% delle spese sostenute;
  • a favore delle imprese a forte consumo gas naturale, secondo trimestre 2022 (articolo 5 del Dl n. 17/2022), pari al 25% delle spese sostenute;
  • a favore delle imprese non energivore, secondo trimestre 2022 (articolo 3 del Dl n. 21/2022), pari al 15% delle spese sostenute;
  • a favore delle imprese diverse da quelle a forte consumo gas naturale secondo trimestre 2022, (articolo 4 del Dl n. 21/2022) pari al 25% delle spese sostenute;
  • per l’acquisto di carburanti per l’esercizio dell’attività agricola e della pesca, primo trimestre 2022, (articolo 18 del Dl n. 17/2022) pari al 20% delle spese sostenute.

Lascia un commento