Bonus facciate 2022: novità e scadenze

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
28/01/2022

Il bonus facciate è stato confermato con aliquota ridotta al 60% per tutto il 2022. In molti si chiedono se è possibile richiedere l’asseverazione di congruità dei prezzi, già nella fase in cui viene fissato il preventivo da parte del professionista. Scopriamo insieme come funziona e quando richiedere l’asseverazione dei prezzi.

Facciate

I bonus edilizi per immobili sono sempre in voga, in particolare dopo il periodo del primo lockdown, trainati fortemente dal Superbonus 110%. La nuova Legge di Bilancio ha riconfermato molti di questi, tra cui il bonus facciate, uno dei più utilizzati. L’agevolazione consente di ottenere una detrazione del 60% delle spese effettuate nel 2022.

Dato l’obbligo di stipula dell’asseverazione dei prezzi, è possibile averla già nella fase di preventivo? Scopriamolo insieme.

Bonus facciate 2022: ecco come funziona

Casa

Il bonus facciate, come detto, è stato prorogato dalla nuova Legge di Bilancio, con alcune modifiche alle regole essenziali. Tra queste vi è l’aliquota di detrazione, che è stata abbassata dal 90%, prevista per il 2021, al 60% per tutti i lavori effettuati entro il 31 Dicembre 2022.

Rientrano nel bonus facciate i lavori di ristrutturazione di pareti esterne, interne solo se visibili dall’esterno, di edifici che sono posti nelle zone omogenee A e B. Il bonus facciate non è soggetto a limiti di spesa e si può essere utilizzato in vari modi, ossia:

  • detrazione fiscale da recuperare in 10 anni;
  • sconto in fattura;
  • cessione del credito.

Bonus facciate: quando si può ottenere l’asseverazione di congruità?

Facciate

La domanda è stata posta da molti contribuenti e riguarda la possibilità di poter usufruire dell’asseverazione di congruità dei prezzi, già a partire dal preventivo effettuato da un professionista. A rispondere a questo quesito interviene l’Agenzia delle Entrate affermando che, per richiedere l’asseverazione dei prezzi è necessario che i lavori siano già iniziati, in quanto sono necessarie le fatture emesse.

Non è dunque possibile ottenere l’asseverazione in fase di preventivo, poiché come fase essenziale è necessario l’inizio dei lavori. L’Agenzia inoltre consiglia di interpellare più ditte, in modo da poter valutare la congruità dei prezzi in maniera più convincente e piena.