Bonus facciate, proroga 2022: cosa cambia?

Stando a quanto emerso dalla cabina di regia tenutasi il 27 ottobre, il bonus facciate sarà rinnovato ma con un’importante modifica. Scopriamo insieme quali sono le novità previste per il nuovo anno.

House renovation concept vector illustration.È prevista la proroga del Bonus facciate per il 2022 tramite la Legge di Bilancio 2022, ma con un’importante novità; infatti, l’aliquota passerà dal 90% al 60%.

La notizia arriva in seguito alla cabina di regia tenutasi il ieri, 27 ottobre, a Palazzo Chigi durante la quale hanno partecipato i capi delegazione dei partiti di maggioranza. La mediazione svolta tra quest’ultimi ha determinato, oltre alla proroga del Bonus facciate con una nuova aliquota, anche l’ampliamento del superbonus 110% al 2022 per le abitazioni unifamiliari.

Bonus facciate: cosa cambierà nel 2022

Roofing services concept vector illustrationNonostante sia necessario attendere il testo della Legge di Bilancio 2022, dalla cabina di regia del 27 ottobre è emersa la conferma di un rinnovo del Bonus facciate per il 2022. Purtroppo la convenienza di tale agevolazione è costretta a diminuire, poiché l’aliquota sarà ridotta dal 90% al 60% a partire dal primo gennaio 2022.

Inoltre, la convenienza di tale misura sarà minore sia rispetto al superbonus 100% per i lavori relativi anche alla posa in opera del cappotto termico sia per l’ecobonus “ordinario” che, per i lavori in condominio, prevede un’aliquota dell’85% della spesa sostenuta.

Altri sono i bonus edilizi rinnovati per il 2022, tra cui il bonus del 50% e del 65%, l’ecobonus, ed è anche prevista la proroga del superbonus per il 2023, ma non per le villette.

Bonus facciate 2021: cos’è e quali sono i requisiti

4273897La Legge di Bilancio 2020 ha introdotto il bonus facciate il quale consiste in una misura che prevede una detrazione dall’imposta lorda pari al 90% sulle spese documentate, sostenute nell’anno 2020, relative agli interventi atti a recuperare o restaurare la facciata degli edifici. Tra gli interventi rientrano anche la pulitura e la tinteggiatura esterna.

Per richiedere il bonus facciate sono richiesti i seguenti requisiti:

  • la visibilità delle facciate;
  • l’ubicazione degli edifici sottoposti all’intervento di recupero della facciata;
  • la percentuale di intonaco su cui intervenire.

La data di scadenza prevista per l’anno corrente è quella del 31 dicembre 2021, mentre a partire dal primo gennaio 2022, se sarà confermato dalla nuova Legge di Bilancio, il bonus sarà rinnovato, ma con una diminuzione dell’aliquota dal 90% al 60%.

Lascia un commento