Bonus finestre e infissi 2023: detrazione e spese ammesse

È stato confermato anche per il 2023 il bonus infissi, o bonus finestre, l’agevolazione che consente di accedere ad una detrazione fiscale calcolata sulle spese sostenute per la sostituzione di finestre e infissi della propria abitazione. Vediamo nel seguente articolo quando si può accedere all’incentivo e come funziona.

image-of-engineering-objects-on-workplace-top-view-construction-concept-engineering-tools-vintage-tone-retro-filter-effect-soft-focus-selective-focus

Si potrà usufruire anche quest’anno del bonus infissi, o bonus finestre, l’incentivo che permette di accedere ad una detrazione fiscale sulle spese sostenute per la sostituzione di finestre e infissi della propria abitazione.

Vediamo nel dettaglio come funziona il bonus e per quali tipologie di interventi si può utilizzare.

Bonus finestre e infissi 2023: come funziona

hands-of-engineer-working-on-blueprint-construction-concept-engineering-tools-vintage-tone-retro-filter-effect-soft-focus-selective-focus

È stato prorogato per tutto il 2023 il bonus finestre e infissi, la detrazione fiscale riconosciuta sugli interventi effettuati per sostituire finestre e infissi della propria abitazione che consente ai richiedenti di acquistare a prezzi vantaggiosi finestre e serramenti di ultima generazione e più isolanti, riducendo gli sprechi e, di conseguenza, l’importo delle bollette.

Bonus finestre e infissi: le detrazioni

La percentuale di detrazione di cui si può beneficiare dipende dal bonus casa a cui viene collegata la sostituzione degli infissi:

  • con il bonus ristrutturazione è prevista una detrazione fiscale del 50% sul totale delle spese sostenute, per un importo massimo di 96.000 euro. La detrazione viene rateizzata in dieci quote annuali, di pari importo;
  • con l’ecobonus c’è una detrazione del 50% del totale delle spese, fino ad un massimo di 60.000 euro (in alternativa può essere applicato uno sconto in fattura, oppure la cessione del credito d’imposta);
  • con il Superbonus, invece, la detrazione fiscale è pari al 110% sulle spese effettuate, da sfruttare in cinque rate annuali di pari importo (ricordiamo che fino al 31 marzo 2023 resta l’aliquota al 110% per le villette unifamiliari dove siano stati effettuati almeno il 30% dei lavori previsti. Senza questo requisito, possono richiedere il Superbonus soltanto i proprietari di villette “prima casa” con reddito non superiore a 15.000 euro e nella misura del 90% fino al 31 dicembre 2023.).

Bonus finestre e infissi 2023: le spese ammesse

male-with-a-red-shirt-making-a-window-with-industrial-tools-min

Il bonus finestre e infissi 2023 può essere utilizzato esclusivamente per le seguenti tipologie di spese:

  • coibentazione o sostituzione dei cassonetti nel rispetto dei valori limite delle trasmittanze previsti per le finestre comprensive di infissi;
  • fornitura e posa in opera di una nuova finestra comprensiva di infisso o di una porta d’ingresso in sostituzione dell’esistente;
  • integrazioni e sostituzioni dei componenti vetrati;
  • fornitura e posa in opera di scuri, persiane, avvolgibili e relativi elementi accessori, sostituiti simultaneamente agli infissi (o al solo vetro) oggetto di intervento;
  • prestazioni professionali, ad esempio la produzione della documentazione tecnica necessaria, compreso l’Attestato di Prestazione Energetica o la direzione dei lavori.

Lascia un commento