Bonus fotovoltaico prorogato al 2023: cos’è e come funziona

Luca Paolucci
  • Laurea in Economia e Management
  • Laureato in Management Internazionale
01/01/2023

È stato prorogato al 2023 il bonus fotovoltaico, la misura che permette di accedere ad una detrazione fiscale che varia in base all’intervento a cui si lega l’installazione dei pannelli nella propria abitazione. Vediamo tutti i dettagli dell’incentivo nel seguente articolo.

solar-system-2939560_1920-3152203483

È stato prorogato al 2023 il bonus fotovoltaico, l’incentivo fiscale destinato ai soggetti che decidono di installare presso la propria abitazione pannelli solari fotovoltaici. Per accedere al bonus è necessario legare l’installazione ad altri interventi sull’edificio.

Vediamo insieme tutti i dettagli a riguardo.

Bonus fotovoltaico: come funziona

solar-panels-944002_1920

Prorogato al 31 dicembre 2023 il bonus fotovoltaico, l’incentivo riconosciuto ai cittadini sia sulla fornitura che sull’installazione dei pannelli solari.

Le scadenze per poter usufruire del bonus fotovoltaico nel 2023 variano a seconda della tipologia di immobile dove si ha intenzione di installare i pannelli solari:

  • 31 dicembre 2023 per i lavori su condomini con superbonus 110%, 31 dicembre 2024 con superbonus 70% e 31 dicembre 2025 con superbonus 65%;
  • 30 giugno 2023 per i lavori effettuati da IACP e cooperative;
  • 31 dicembre 2023 per i lavori effettuati da IACP e cooperative se a giugno 2023 è stato eseguito almeno il 60% dell’intervento complessivo.

Bonus fotovoltaico 2023: le detrazioni

money-notepad-and-calculator-on-the-table

Di seguito le percentuali di detrazione a cui è possibile accedere in base all’intervento a cui si lega l’installazione dei pannelli solari:

  • se si sceglie il Superbonus, si può recuperare il 110% della spesa sostenuta in 5 anni, come sconto in fattura o tramite cessione del credito. In questo caso non è possibile godere delle detrazioni fiscali solo acquistando e installando l’impianto fotovoltaico, ma sarà necessario eseguire altri lavori sull’edificio (i cosiddetti interventi trainanti);
  • se, invece, si decide di legare l’intervento al bonus ristrutturazione, lo sconto da recuperare in 10 anni nella dichiarazione dei redditi è pari al 50%,  per un totale massimo di spesa che non può superare i 96.000 euro. In tal caso vengono coperti i costi riguardanti l’installazione dei pannelli fotovoltaici, tra cui collaudo, manutenzione, messa in opera e altre azioni fondamentali per assicurare che l’impianto funzioni correttamente;
  • con l’Ecobonus, infine, si ottiene la detrazione del 50% sulle spese di acquisto e installazione sostenute per l’impianto fotovoltaico. L’installazione degli impianti va accompagnata da altri interventi rivolti al miglioramento energetico dell’edificio.