Bonus gas e luce 2021: novità e come funziona

Rachele Luttazi
  • Scrittore e Blogger
06/12/2021

Nuovi chiarimenti sono stati forniti dall’Agenzia delle Entrate in merito al cosiddetto bonus gas e luce, soprattutto per quanto concerne l’ambito di applicazione di tale agevolazione. Vediamo insieme come cambiano le bollette, in seguito all’introduzione del bonus, e quali di queste sono comprese e quali escluse.

gas-1822691_1920Recentemente l’Agenzia delle Entrate ha diffuso alcuni chiarimenti, tramite una circolare, in merito al cosiddetto bonus gas e luce, previsto dal Governo nel cd. decreto Energia, emanato il 27 settembre 2021 e convertito in legge a novembre. In particolar modo, la comunicazione dell’ente specifica quali sono gli ambiti di applicazione dell’agevolazione: scopriamo insieme quali.

Bonus gas e luce: come cambiano le bollette

light-bulb-close-upL’Agenzia delle Entrate ha condiviso il 3 dicembre una circolare riguardante l’ambito applicativo del bonus gas e luce, contenuto nel decreto Energia, poi convertito in legge. Il testo, con riferimento al quarto trimestre del 2021, di fatto prevede:


Leggi anche: Bollette luce e gas: quando arrivano e come pagarle

  • l’annullamento delle aliquote relative agli oneri generali di sistema applicate nel settore elettrico alle utenze domestiche e alle utenze non domestiche in bassa tensione;
  • la riduzione al 5 per cento dell’aliquota IVA applicabile alle somministrazioni di gas metano destinate a usi civili e industriali, contabilizzate nelle fatture emesse per i consumi dei mesi di ottobre, novembre e dicembre 2021;
  • la riduzione delle aliquote relative agli oneri generali del settore gas;
  • la rideterminazione delle agevolazioni relative alle tariffe elettriche riconosciute ai nuclei familiari in stato di disagio economico, fisico e
    sociale.

Bonus gas e luce: bollette comprese ed escluse

light-bulbs-406939_1920Nella medesima circolare, l’ente specifica che l’aliquota IVA agevolata, pari al 5%, viene applicata per il gas naturale utilizzato per la produzione di calore utile, ma non nel caso in cui questo venga utilizzato per la produzione di energia elettrica; infatti, in tal caso, viene applicata l’aliquota IVA in misura ordinaria.

Possono usufruire dell’aliquota agevolata del 5% gli impieghi di gas metano per combustione rientranti:

  • nelle destinazioni annoverate tra le esenzioni di cui all’articolo 17 del TUA (ovvero gas soggetto ad accisa, ancorché esonerato dal relativo pagamento);
  • negli utilizzi agevolati richiamati dall’articolo 24 del TUA, purché circoscritti ai soli usi “civili” e “industriali”.

I servizi esclusi dalle agevolazioni introdotte dal decreto Energia riguardano le bollette di gas metano per autotrazione e per la produzione di energia elettrica, che, così come gli altri prodotti energetici impiegati in tale uso, è assoggettato, per motivi di politica ambientale, alla specifica tassazione prevista dall’articolo 21, comma 9, del TUA.


Potrebbe interessarti: Luce, gas e Internet: migliori offerte congiunte ottobre 2021