Bonus genitori disoccupati o monoreddito: importi, domande e quando spetta

Luca Paolucci
  • Esperto di: Politica, Economia e Detrazioni Fiscali
04/02/2022

Bonus genitori disoccupati e famiglie monoreddito: l’INPS ha reso note le modalità di richiesta con il messaggio n. 471 del 31 gennaio 2022. I contributi sono riconosciuti nel caso in cui sia presente un figlio con una disabilità riconosciuta non inferiore al 60%. Vediamo quali sono i dettagli della misura.

12-inps-ansa

È attiva dal 1° febbraio 2022 la procedura online dedicata alla trasmissione delle domande per beneficiare del bonus INPS destinato ai genitori disoccupati o alle famiglie monoreddito con a carico un figlio con una disabilità riconosciuta almeno pari al 60%.

L’Istituto, con il messaggio n. 471 del 31 gennaio 2022, ha reso pubbliche le modalità e i tempi da seguire per richiedere il contributo. Vediamo nel seguente articolo come funziona e quali sono i requisiti da rispettare.

Bonus INPS genitori separati o monoreddito: importi e requisiti

money-1005464_1920

Il bonus ammonta a 150 euro mensili per ogni figlio disabile a carico, per un massimo di 500 euro a genitore, e per riceverlo è richiesto il rispetto dei seguenti requisiti:

  • essere residente in Italia;
  • disporre di un valore ISEE in corso di validità non superiore a 3.000 euro;
  • essere disoccupato o monoreddito e facente parte di nucleo familiare monoparentale;
  • fare parte di un nucleo familiare, come definito ai fini ISEE , in cui siano presenti figli a carico aventi una disabilità riconosciuta in misura non inferiore al 60%.

Il diritto a ricevere il contributo decade nel momento in cui si perde anche solo uno dei requisiti o quando si verifica una delle seguenti situazioni:

  • decesso del figlio;
  • decesso del richiedente;
  • decadenza dall’esercizio della responsabilità genitoriale;
  • affidamento del figlio a terzi.

Bonus INPS genitori separati o monoreddito: come fare domanda

businessman-checking-documents-at-table-min

Le domande per ricevere il contributo possono essere inviate a partire dal 1° febbraio e fino al 31 marzo 2022, collegandosi sul portale istituzionale www.inps.it e seguendo il percorso “Prestazioni e servizi”, “Servizi” e “Contributo genitori con figli con disabilità” (previa autenticazione tramite SPID, CIE o CNS).

Nella domanda va indicato il codice fiscale del figlio o dei figli con disabilità per i quali si chiede il contributo, oltre ad effettuare la scelta del tipo di pagamento tra bonifico domiciliato presso ufficio postale oppure accredito su IBAN di conto corrente bancario, di carta ricaricabile o di libretto postale.

Esclusivamente per l’anno di riferimento con competenza 2022, il genitore richiedente, attestando il possesso di tutti i requisiti previsti dalla norma, può presentare domanda anche per l’anno 2021, spuntando “Dichiaro di voler presentare domanda anche per l’anno 2021”.

Il bonus, ricordiamo, è cumulabile con il Reddito di Cittadinanza e non concorre alla formazione del reddito.