Bonus gite 2024: fino a 150 euro per aiutare le famiglie

L’Italia si prepara per l’attivazione di un’iniziativa governativa finalizzata a sostenere gli studenti meno abbienti delle scuole secondarie di primo e secondo grado. Questo progetto prevede un contributo economico, che può arrivare fino a 150 euro, destinato ai viaggi di istruzione. Questa agevolazione, però, è limitata alle famiglie con un reddito ISEE non superiore ai 5.000 euro.

Dettagli sul Programma di Supporto

L’obiettivo principale di questo programma è di garantire l’accesso all’istruzione extracurriculare, importante per lo sviluppo culturale e formativo degli studenti. Il Governo ha stanziato 50 milioni di euro per questo progetto, che si inserisce in un contesto di crisi economica che ha già impedito a molti studenti di partecipare a viaggi di istruzione nel passato. Un sondaggio ha rivelato che circa il 10% degli studenti non ha potuto partecipare a questi viaggi, principalmente a causa di difficoltà economiche familiari.

Modalità e requisiti per il Bonus Gite

Il bonus verrà applicato come uno sconto sulla quota di partecipazione ai viaggi di istruzione, sia per viaggi di più giorni sia per escursioni giornaliere.
Questo sconto sarà direttamente gestito dalle scuole, e le famiglie dovranno coprire solo una parte del costo totale. Il bonus potrebbe anche essere retroattivo, coprendo spese già sostenute. Tuttavia, ci sono dei criteri specifici: il bonus è riservato agli studenti delle scuole secondarie statali, e i fondi saranno assegnati solo alle famiglie con un ISEE inferiore ai 5.000 euro.

Come chiedere il bonus da 150 euro per la gita

Per richiedere il bonus, le famiglie idonee devono accedere alla piattaforma Unica del MIM dal 15 gennaio al 15 febbraio 2024 e compilare la domanda online. La verifica dell’ISEE avviene attraverso il sistema del portale dell’INPS.
Una volta approvata la domanda, verrà determinato l’importo del contributo, con un massimo di 150 euro per studente, privilegiando le famiglie in condizioni economiche più difficili.