Bonus idrico 2022: come fare domanda e quali documenti allegare

Rachele Luttazi
  • Esperta in welfare e bonus
  • Laurea Magistrale in Economia dell'Ambiente e della Cultura
17/02/2022

Al via alle domande per il bonus idrico 2022. Da oggi, 11 febbraio 2022, è possibile presentare la richiesta per il bonus riguardante le spese effettuate per gli interventi di efficientamento idrico. Vediamo insieme come fare domanda e quali documenti presentare.

water-g92c903ee4_1920A partire da oggi, 17 febbraio 2022, è possibile presentare domanda per il bonus idrico 2022. La richiesta deve essere inoltrata in modalità telematica tramite la piattaforma del Ministero della Transizione Ecologica, il quale ha pubblicato le istruzioni per fare domanda.

Il bonus idrico ha un valore di 1000 euro per le spese effettuate dal 1° gennaio 2021 al 31 dicembre 2021 e sostenute per gli interventi di efficientamento idrico. Vediamo insieme come fare richiesta per il bonus idrico 2022.

Bonus idrico 2022: come fare domanda e i documenti necessari

water-g3eeea22fb_1920Da oggi, 17 febbraio 2022, dalle 12.00 si può presentare domanda per il bonus idrico 2022 tramite la piattaforma online disponibile all’indirizzo www.bonusidricomite.it.

Secondo quanto comunicato dal Ministero della Transizione Ecologica, per accedere alla piattaforma è necessario essere in possesso dello Spid e una volta effettuato l’accesso si hanno a disposizione 30 minuti per compilare la domanda.

Nel caso in cui la domanda venga presentata dal proprietario o del cointestatario è necessario fornire le seguenti informazioni:

  • tipologia dell’atto;
  • data dell’atto atto;
  • numero di registrazione e/o di trascrizione;
  • estremi dell’atto da cui si evince il diritto;

Se, invece, il richiedente corrisponde al conduttore, i dati da inserire sono i seguenti:

  • ufficio di registrazione;
  • serie di registrazione;
  • anno di registrazione;
  • numero di registrazione.

Per la compilazione della domanda vengono richiesti anche i dati catastali; inoltre, devono essere inseriti i dati relativi alla copia della fattura o del documento commerciale in cui è riportato il codice fiscale del soggetto richiedente il credito, tra cui:

  • la copia del versamento bancario o postale;
  • i documenti del venditore che riconducono la transazione allo specifico prodotto acquistato, come da modello disponibile sul sito del Mite.

A cosa fare attenzione

water-g240ec38a7_1920Nel momento in cui si compila la domanda per il bonus idrico 2022, bisogna fare attenzione ai seguenti aspetti:

  • il beneficiario deve coincidere con l’intestatario;
  • l’IBAN deve essere di 27 caratteri secondo il formato standard italiano;
  • non sono consentiti IBAN relativi a libretti postali e a carte ricaricabili LIS.

Inoltre, è consigliabile verificare periodicamente lo stato della pratica, che attraversa diversi stati:

  • richiesta incompleta: mancata documentazione richiesta;
  • richiesta inserita: verifica successiva della pratica;
  • da inviare a Consap: la pratica è accettata e pronta per l’invio alla Società che effettua il bonifico;
  • inviato a Consap: la pratica è stata presa in carico per il pagamento;
  • errore in fase di pagamento: errore nei dati e necessario aggiornamento da parte dell’utente;
  • bonifico eseguito: pagamento effettuato sul conto corrente indicato;
  • richiesta respinta: la pratica non può essere accolta.

Potrebbe interessarti Bonus idrico: come richiederlo?