Bonus IMU: fino a quando si può presentare domanda

Rachele Luttazi
  • Esperta in welfare e bonus
  • Laurea Magistrale in Economia dell'Ambiente e della Cultura
07/12/2022

Il bonus IMU consiste in un credito d’imposta pari al 50% applicabile alla seconda rata IMU. Le domande possono essere presentate a partire da fine settembre ma c’è tempo fino al prossimo anno. Vediamo insieme di cosa si tratta e quando scade la domanda.

money-3

Dal 28 settembre è possibile presentare domanda per il bonus IMU, il credito d’imposta pari al 50 per cento della seconda rata IMU corrisposta nel 2021. Si tratta di un’agevolazione che può essere usufruita soltanto dalle imprese del settore turistico.

Vediamo insieme di cosa si tratta, quando scade la domanda e come fare richiesta per il bonus.

Bonus IMU 2022: di cosa si trattamoney-1005464_1920

Le richieste per usufruire del bonus IMU per le imprese del turismo possono essere presentate a partire dal 28 settembre 2022 e fino al 28 febbraio 2023.

Si tratta di un credito d’imposta pari al 50 per cento della seconda rata IMU corrisposta nel 2021 e spetta alle imprese turistico ricettive, compresi gli agriturismi, le imprese che gestiscono strutture ricettive all’aria aperta e le imprese del comparto fieristico, congressuale, i complessi termali e i parchi tematici.

Per accedere al bonus IMU è necessario aver subito una riduzione di fatturato o corrispettivi pari almeno al 50 per cento nel secondo trimestre 2021 rispetto allo stesso periodo del 2019 e, inoltre, rispettare limiti e condizioni in materia di aiuti di Stato previsti dal “Temporary Framework”.

I tempi di fruizione del bonus

office-with-documents-and-money-accounts-min

L’Agenzia delle Entrate ha definito i tempi per la fruizione del credito d’imposta. Il modello di autodichiarazione pubblicato dall’Agenzia delle Entrate potrà essere inviato a partire dal 28 settembre, e ci sarà tempo fino alla scadenza del 28 febbraio 2023.

Entro 5 giorni dall’invio, l’Agenzia delle Entrate rilascerà una prima ricevuta di presa in carico o di scarto.

Nel caso di presa in carico, entro 10 giorni dall’invio verrà rilasciata la seconda ricevuta, quella che comunica il riconoscimento o meno del bonus IMU.