Bonus in scadenza: dagli sconti benzina alle bollette

Per contrastare il caro vita, tramite il D.L. Aiuti-bis e Aiuti-ter, sono stati resi disponibili una serie di bonus che vanno un poco a tamponare l’aumento generale dei prezzi visto nell’ultimo periodo dagli italiani. Il bonus 200, il bonus sociale elettrico e gas, il bonus trasporti e cosi via.  Andiamo insieme a vedere le scadenze di tutti questi aiuti messi a disposizione dal governo.

Soldi

Il primo decreto Aiuti, il decreto Aiuti-Bis e infine il decreto Aiuti-Ter. Questi decreti legge messi in atto dal governo contengono varie tipologie di bonus ed agevolazioni attuate allo scopo di aiutare i cittadini italiani alle prese con un incremento generale dei prezzi. Uno su tutti, l’incremento dei prezzi legati alla sfera energetica.

Andiamo insieme a vedere quali sono le scadenze temporali legate alle varie tipologie di bonus.

Bonus sociale elettrico: esteso fino a fine anno

Luce

Intanto, per contrastare il caro-energia, il decreto Aiuti-bis rafforza il bonus sociale elettrico e gas  ovvero uno sconto sulla bolletta, previsto dal Governo e reso operativo dall’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente, per assicurare un risparmio sulla spesa dell’energia alle famiglie in condizione di disagio economico e fisico, per il quarto trimestre 2022, sospendendo, tra l’altro, le modifiche unilaterali dei contratti di fornitura di elettricità e gas.

Il decreto Aiuti-Ter invece, considerato il perdurare degli effetti economici derivanti dall’ incremento dei prezzi legati all’energia, estende dal 18 ottobre 2022 al 31 ottobre 2022 il taglio delle accise su benzina, gasolio e GPL. Mentre l’aliquota IVA applicata al gas naturale usato per autotrazione è stabilita nella misura del 5 per cento.

Bonus trasporti fino a fine dicembre

close-up-passenger-bus

In arrivo anche nuovi finanziamenti per il bonus trasporti, il contributo da 60 euro per l’acquisto di abbonamenti ai trasporti pubblici. il Fondo nato con il primo decreto Aiuti è incrementato di 10 milioni di euro per l’anno 2022. Il voucher, elargito alle persone con reddito annuo inferiore a 35mila euro, potrà essere richiesto fino a dicembre.

Bonus una tantum di 150 euro a novembre

bonus-2021-03122021

Infine non va dimenticato il bonus una tantum di 150 euro per aiutare i cittadini a sopportare i costi del caro vita. Andrà – direttamente in busta paga – ai lavoratori dipendenti che a novembre hanno avuto una retribuzione non superiore a 1.538 euro, ai lavoratori autonomi e pensionati con redditi inferiori a 20mila euro lordi annui. Il contributo sociale interesserà un pubblico di 22 milioni di persone, inclusi gli incapienti. L’Inps erogherà il contributo anche ai lavoratori stagionali, a tempo determinato e intermittenti che, nel 2021, abbiano svolto la prestazione per almeno 50 giornate.