Bonus INPS 1600 euro: a chi spetta e come fare domanda

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
26/06/2021

L’Inps ha comunicato le direttive per ottenere il bonus da 1600 euro, denominato Indennità Covid, previsto dal decreto Sostegni bis. Di seguito si riportano le istruzioni sulla procedura da seguire per per ottenerlo e a chi spetta.

12-inps-ansa

Tra gli aiuti previsti dal decreto Sostegni bis, rientra anche la così detta indennità covid, erogata dall’istituto nazionale di previdenza sociale, che ammonta a 1600 euro. Per avvedervi, non è necessario che tutti facciano domanda in quanto, coloro che hanno fatto domanda, e ne erano idonei, per i 2400 euro, stanno già ottenendo la somministrazione in automatico.

Scopriamo nel dettaglio chi può presentare la domanda e come va presentata.

Indennità covid: chi può fare domanda?

calculator-1680905_1920

In primis, la domanda può essere effettuata da coloro che non hanno fatto domanda in precedenza, per l’indennità prevista dal decreto Sostegni. La domanda va presentata entro il 30 Settembre sulla piattaforma online dell’ente: le categorie che possono presentarla sono le seguenti:

  • stagionali e somministrati dei settori del turismo e degli stabilimenti termali;
  • stagionali e somministrati appartenenti a settori diversi da quelli del turismo e degli stabilimenti termali;
  • intermittenti;
  • autonomi occasionali;
  • incaricati di vendita a domicilio;
  • subordinati a tempo determinato dei settori del turismo e degli stabilimenti termali;
  • lavoratori dello spettacolo;
  • operai agricoli a tempo determinato;
  • pescatori autonomi.

Devono fare domanda, inoltre, coloro che avevano presentato domanda per il precedente bonus, ma questa è stata rigettata.

Come fare domanda?

young-woman-checking-her-budget-and-doing-taxes

Arriviamo ora a scoprire come va effettuata la domanda per ottenere l’indennità covid. La domanda va presentata esclusivamente in via telematica, sul portale dedicato dall’Inps sul proprio sito o sui portali web degli Enti di patronato. Per effettuare l’accesso è necessario avere il PIN Inps, SPID di secondo livello, carta d’identità 3.0 o la carta nazionale dei servizi (ovviamente tutte esclusive tra loro).

Una volta effettuato l’accesso, i passaggi da seguire sono i seguenti:

  • leggere la scheda informativa con la quale si comunica quali sono i beneficiari del bonus 1600 euro e che la nuova indennità è incompatibile con il REM, ma compatibile con il reddito di cittadinanza. Cliccare su “avanti” ;
  • inserire il proprio codice fiscale e i recapiti (email e numero di telefono), poi cliccare su “avanti”;
  • cliccare nel riquadro “Indennità Onnicomprensiva DL 73/2021 per lavoratori stagionali turismo, stabilimenti termali e spettacolo (art.42 DL 73/2021)”. In alternativa qui è possibile, per gli interessati, selezionare altre due opzioni: Indennità per lavoratori agricoli DL 73/2021 (art.69 DL 73/2021); Indennità Pesca DL 73/2021 (art.69 DL 73/2021). Sempre nella stessa pagina una volta selezionata la casella di cui sopra si aprirà automaticamente un ulteriore riquadro nel quale specificare la “Categoria di Indennità” e apparirà poi il riquadro per il “Tipo di Qualifica” per esempio “Lavoratori dipendenti stagionali settori turismo e stabilimenti termali”. Cliccare su “avanti”;
  • in una successiva finestra riepilogativa vengono specificati i requisiti per ottenere il bonus 1600 euro e i casi di compatibilità e incompatibilità. Cliccare su “avanti”;
  • scegliere la modalità di pagamento con la quale si vuole ottenere il bonus 1600 euro: accredito su conto corrente, bonifico domiciliato o accredito su un IBAN Area SEPA (extra Italia). Scegliendo una delle opzioni occorre inserire i dati relativi (IBAN per esempio). Cliccare su “avanti”;
  • contrassegnare i campi obbligatori. Cliccare su “avanti”;
  • prendere visione dell’informativa sui dati personali e cliccare su “avanti”;