Bonus internet imprese 2022: importi, requisiti e come funziona

Luca Paolucci
  • Esperto di: Politica, Economia e Detrazioni Fiscali
07/01/2022

Dopo la prima fase destinata alle famiglie è pronta per partire la fase due del bonus internet, l’incentivo per la digitalizzazione delle imprese che prevede l’erogazione di un voucher fino a 2.500 euro da utilizzare per la stipula di contratti di connessione internet ad alta velocità. Vediamo nel dettaglio come funziona la misura.

blue-optic-fiber-with-ethernet-cables-min

Bonus internet: arriva la fase due del “Piano voucher” partito lo scorso anno in favore delle famiglie. Destinatarie dell’incentivo saranno ora le imprese, che potranno beneficiare di un buono fino a 2.500 euro volto a favorire la stipula di contratti di connessione internet ad alta velocità.

Le imprese interessate avranno a disposizione 24 mesi per fare domanda, con i voucher che verranno riconosciuti fino ad esaurimento delle risorse stanziate (609 milioni di euro).

Vediamo quali requisiti bisogna rispettare per poter accedere al bonus.

Bonus internet 2022: requisiti e come funziona

cyberspace-g7cfa0ad6b_1920

La firma del decreto attuativo del MiSE sul “Piano voucher per le imprese” (o bonus internet) è arrivata il 30 dicembre 2021, dopo la chiusura della prima fase destinata alle famiglie.

Le imprese potranno richiedere un voucher, dal valore compreso tra 300 e 2.500 euro, da utilizzare per la stipula di contratti che prevedono un incremento della velocità di connessione ad internet, da 30 Mbit/s a oltre 1 Gbit/s, di durata compresa da un minimo di 18 mesi e fino ad un massimo di 36 mesi. Il contributo massimo di 2.500 euro spetterà in caso di passaggio a connessioni pari o superiori a 1 Gbit/s, e sarà riconosciuto a copertura dei costi sostenuti dalle imprese e giustificati dagli operatori.

Ancora sconosciuta la data di apertura delle domande: da quel giorno le imprese interessate avranno 24 mesi di tempo per inoltrare le istanze, con i voucher che saranno riconosciuti fino ad esaurimento dei 609 milioni di euro stanziati per la misura.

Digitalizzazione imprese: il piano del Governo

IM_Giancarlo_Giorgetti

Il bonus internet è un intervento previsto nell’ambito della “Strategia italiana per la banda ultralarga” che, dopo gli incentivi in favore di famiglie e scuole, punta in questa nuova fase a raggiungere le imprese: secondo le stime, a seconda della tipologia e dell’importo richiesto, potrebbero essere distribuiti oltre 1.000.000 di voucher.

Oltre all’erogazione dei buoni, verranno messe in atto iniziative di comunicazione in grado di accompagnare le imprese nella conoscenza della misura e degli strumenti tecnologici messi a disposizione per favorire la diffusione della connessione ad alta velocità e la digitalizzazione del sistema produttivo in tutto il territorio nazionale, anche e soprattutto per evitare quanto avvenuto con le famiglie.

Il Ministro dello Sviluppo Economico Giancarlo Giorgetti, a tal proposito, ha dichiarato:

“Non è ammissibile, come avvenuto nella precedente fase dedicata alle famiglie, che risorse stanziate non vengano utilizzate interamente per carenza di informazioni operative adeguate a far comprendere l’importanza dello strumento. Dobbiamo velocizzare gli investimenti nella banda ultralarga del Paese e cogliere l’opportunità delle risorse stanziate nel PNRR. Il Piano voucher per le imprese è un provvedimento che sosterremo accompagnando l’attivazione anche con iniziative di comunicazione mirate a far conoscere a tutti i possibili beneficiari la nuova misura”.

Si attendono ora novità da Infratel, la società chiamata a gestire la fase operativa legata all’erogazione degli incentivi.