Bonus internet imprese 2023: importi, requisiti e come ottenerlo

È stato prorogato al 31 dicembre 2023 il bonus internet imprese, l’incentivo volto a migliorare la connettività delle aziende che prevede il riconoscimento di un voucher da 300 a 2.500 euro a seconda della connessione che decidono di installare. Vediamo insieme tutti i dettagli della misura.

engineer-man-testing-the-optical-fiber-min

Si potra richiedere fino al 31 dicembre 2023 il bonus internet imprese, o bonus connettività, il contributo destinato alle aziende italiane che decidono di dotarsi di una connettività a banda ultralarga.

Vediamo nel seguente articolo come funziona la misura e quali sono gli importi riconosciuti.

Bonus internet imprese 2023: cos’è e come ottenerlo

blue-optic-fiber-with-ethernet-cables-min

È stato confermato per tutto il 2023 il bonus internet imprese. L’incentivo continuerà ad essere riconosciuto anche quest’anno alle aziende che investono per servizi di connettività a banda ultralarga da 30 Mbit/s ad 1 Gbit/s (e superiori) o per abbonamenti ad internet a velocità in download da 30 Mbit/s ad 1 Gbit/s (e superiori), di durata pari a 18 o 24 mesi.

Bonus internet imprese 2023: come averlo

Le imprese che rispettano determinati requisiti potranno ricevere da un minimo di 300 euro ad un massimo di 2.500 euro, e avranno a disposizione 24 mesi di tempo (a partire dal 1° marzo 2023) per inoltrare le istanze, con i voucher che saranno riconosciuti fino ad esaurimento dei fondi stanziati per la misura.

Per usufruire del bonus sarà necessario rivolgersi direttamente agli operatori accreditati sul portale attivato da Infratel Italia, al pari di quanto previsto lo scorso anno per il bonus internet riconosciuto alle famiglie.

Bonus internet imprese 2023: gli importi

fiber-optic-gff6ae0a5a_1920

Confermate per il 2023 anche le tre tipologie di voucher:

  • voucher di fascia A, distinti in A1 e A2, pari a 300 euro, per un contratto della durata da un minimo di 18 mesi a un massimo di 36 mesi, riconosciuto in caso di passaggio a connessioni con velocità massima in download compresa tra 30 Mbit/s e 300 Mbit/s (voucher A1) oppure 300 Mbit/s e 1 Gbit/s (voucher A2). Per connessioni che offrono una velocità maggiore o uguale ad 1 Gbit/s, il valore del voucher può essere aumentato di un ulteriore contributo del valore massimo di 500 euro, per la copertura di parte dei costi di rilegamento sostenuti dai beneficiari, a fronte di adeguata giustificazione da parte degli operatori fornitori;
  • voucher di fascia B, pari a 500 euro, sempre per contratti di durata pari ad almeno 18 mesi e fino a 36 mesi, con velocità massima in download compresa tra 300 Mbit/s e 1 Gbit/s. Per connessioni che offrono la velocità maggiore o uguale ad 1 Gbit/s, il valore del voucher può salire fino ad un massimo di 500 euro, riconosciuti per la copertura di parte dei costi di rilegamento sostenuti. Per i voucher di fascia B è prevista una soglia di banda minima garantita pari ad almeno 30 Mbit/s;
  • voucher di fascia C, pari a 2.000 euro, per contratti da 24 a 36 mesi di durata, in caso di passaggio ad una connettività con velocità massima in download superiore a 1 Gbit/s. Il valore del voucher può salire di ulteriori 500 euro massimi per la copertura di parte dei costi di rilegamento sostenuti dai beneficiari, a fronte di adeguata giustificazione da parte dei fornitori. Per i voucher di fascia C è prevista una soglia di banda minima garantita pari ad almeno 100 Mbit/s.

Lascia un commento