Bonus internet per imprese e Partite IVA 2022: cos’è e come funziona

Rachele Luttazi
  • Esperta in welfare e bonus
  • Laurea Magistrale in Economia dell'Ambiente e della Cultura
02/09/2022

Il bonus internet per imprese e Partite Iva consiste in un voucher il cui valore va da un minimo di 300 euro a un massimo di 2000 euro. Vediamo insieme come funziona.

Bonus internet per imprese e Partite IVA 2022: cos’è e come funziona

Il bonus internet per imprese e Partite Iva è stato introdotto dal governo per incentivare la digitalizzazione del Paese, spingendo aziende e professionisti ad attivare contratti di connessione internet a banda ultra larga.

Vediamo insieme come funziona per entrambe le categorie.

Bonus internet 2022: cos’è

Character illustration of people with internet message icons

Il bonus internet è un contributo per le micro e medie imprese e i professionisti con Partita IVA che svolgono una professione intellettuale, vale a dire quel tipo di professioni che richiedono l’iscrizione in appositi albi o elenchi.

Il bonus consiste in un voucher il cui valore dipende dal tipo di connettività e dall’incremento della banda di una connessione già attivata. I voucher disponibili sono tre: quello da 300 euro, quello da 500 euro e quello da 2000 euro, ai quali possono aggiungersi ulteriori 500 euro.

Vediamo insieme quali sono le offerte legate a ciascuno tipo di voucher.

Voucher in tre fasce: A, B e C

Bonus internet per imprese e Partite IVA 2022: cos’è e come funziona

In base alle caratteristiche di connettività, velocità di connessione e costi, i voucher sono distinti in tre fasce:

  • voucher di fascia A, distinti in A1 e A2, di importo pari a 300 euro per un contratto della durata da un minimo di 18 mesi a un massimo di 36 mesi, riconosciuto in caso di passaggio a connessioni con velocità massima in download compresa tra i 30 Mbit/s e i 300 Mbit/s (voucher A1) e tra i 300 Mbit/s e i 1 Gbit/s (voucher A2);
  • voucher di fascia B di importo pari a 500 euro per un contratto della durata da un minimo di 18 mesi fino ad un massimo di 36mesi che garantisca il passaggio ad una connettività con velocità massima in download compresa nell’intervallo 300 Mbit/s e 1 Gbit/s. La soglia di banda minima garantita deve essere pari ad almeno 30 Mbit/s;
  • voucher di fascia C pari a 2.000 euro per un contratto della durata da un minimo di 24 mesi fino ad un massimo di 36 mesi che garantisca il passaggio ad una connettività con velocità massima in download superiore a 1Gbit/s. La banda minima che deve essere garantita è pari ad almeno 100 Mbit/s.