Bonus internet veloce per le famiglie: quando arriva e come funziona

Luca Paolucci
  • Esperto di: Politica, Economia e Detrazioni Fiscali
08/07/2022

È in arrivo il nuovo bonus internet veloce per le famiglie, uno degli strumenti previsti dal Governo Draghi per sviluppare una maggiore diffusione della banda larga in Italia. Vediamo insieme quando sarà operativa la misura e come funziona.

fiber-gde25ac144_1920

La misura non risulta ancora operativa, ma dovrebbe arrivare a breve il via libera per il nuovo bonus internet veloce rivolto alle famiglie. Lo scorso aprile Infratel ha pubblicato sul proprio sito una consultazione pubblica sul voucher, scaduta alla fine di maggio, ma ad oggi non sono arrivate successive comunicazioni ufficiali.

Vediamo nel seguente articolo come dovrebbe funzionare il bonus.

Bonus internet veloce: come funziona?

laptop-with-blue-optical-fiber-min

Il nuovo bonus internet veloce è rivolto alle famiglie e ha l’obiettivo di favorire l’attivazione di servizi di connettività di almeno 30 Mbps di velocità massima in download.

La misura, che non è ancora operativa, dovrebbe consistere in un voucher da 300 euro per nucleo familiare che potrà essere utilizzato per avere uno sconto sul prezzo di attivazione del contratto, oppure sull’importo dei canoni di erogazione da corrispondere al fornitore.

Le famiglie potranno utilizzare il voucher sia nel caso in cui non dispongano di alcun servizio di connettività, sia a fronte del passaggio da servizi con connettività inferiore a 30 Mbps.

Il bonus internet veloce non sarà legato all’ISEE del nucleo familiare.

Bonus internet veloce: requisiti e domande

beautiful-optical-fiber-detail-min

Per poter usufruire del voucher da 300 euro, il contratto stipulato dovrà avere una durata di almeno 24 mesi. Il beneficiario potrà decidere di cambiare operatore e, in questo caso, resterà fermo il suo diritto a utilizzare l’ammontare residuo del voucher per la sottoscrizione di un nuovo contratto.

Come detto, il voucher non sarà ammesso se il beneficiario dispone già di un contratto di almeno 30 Mbps di velocità massima in download. Sarà possibile ottenere un solo contributo per ciascun nucleo familiare presente nella medesima unità abitativa.

Per quanto riguarda le richieste, il bonus dovrebbe essere erogato da Infratel, società controllata dal Ministero dello Sviluppo Economico. Con tutta probabilità non sarà conferito direttamente all’utente ma andrà richiedesto all’operatore di telefonia nel momento in cui si sottoscrive il contratto di connettività.