Bonus mamma 1.700 euro: requisiti e come richiederlo

Il Governo guidato da Giorgia Meloni ha introdotto un bonus mamma nella Legge di Bilancio 2024, offrendo alle lavoratrici con almeno tre figli a carico uno sgravio contributivo fino a 1700 euro annui. Questa misura, valida per i prossimi tre anni, favorirà circa il 10% delle donne lavoratrici, pari a 800mila beneficiarie.

il-figlio-del-bambino-della-festa-della-mamma-felice-si-congratula-con-la-madre-in-vacanza-e-regala-fiori (1)

Il beneficio al netto delle imposte crescerà progressivamente fino a attestarsi su circa 1.700 euro, raggiunti in prossimità della retribuzione lorda di 27.500 euro, valore che resta pressoché costante per le retribuzioni superiori.

Bonus mamma: quali sono i requisiti

Figli

I requisiti includono un contratto di lavoro dipendente a tempo indeterminato, escludendo il lavoro domestico, e almeno tre figli, di cui uno minorenne.

Come sarà applicato il bonus mamma?

Il bonus mamma sarà automaticamente applicato dal datore di lavoro senza richiesta formale, trasformando la riduzione contributiva in un aumento dello stipendio lordo. Questa iniziativa, che costerà circa mezzo miliardo di euro, mira a sostenere la natalità e le famiglie, contribuendo anche al taglio del cuneo fiscale per redditi inferiori a 35mila euro.

Quali sono i benefici del bonus mamma?

I benefici cresceranno progressivamente, raggiungendo l’importo massimo di 1700 euro vicino a una retribuzione lorda di 27.500 euro, rimanendo stabile per salari superiori. Inoltre, considerando il taglio del cuneo fiscale, le mamme lavoratrici potrebbero godere di un vantaggio complessivo fino a 1.777 euro netti all’anno per retribuzioni fino a 35mila euro.

Di quanto aumenta la paga con il bonus mamma?

Figli

Per esempio, fino a 35mila euro di retribuzione lorda il vantaggio totale (frutto della somma del cuneo fiscale e della decontribuzione per le mamme) potrà arrivare a quota 1.777 euro netti all’anno.

In sintesi, il bonus mamma del 2024 rappresenta un sostegno finanziario significativo per le donne lavoratrici con famiglie numerose, promuovendo la crescita demografica e il benessere familiare nel contesto economico nazionale.

Lascia un commento