Bonus mobili 2022: spetta anche per l’installazione della porta?

Rachele Luttazi
  • Esperta in welfare e bonus
  • Laurea Magistrale in Economia dell'Ambiente e della Cultura
07/10/2022

Il bonus mobili ed elettrodomestici è la detrazione del 50 per cento che spetta per le spese sull’acquisto di mobili ed elettrodomestici. Si può usufruire dell’agevolazione anche per l’installazione della porta blindata? Vediamo insieme.

vintage-architecture-classical-facade-building-with-red-door

Il bonus mobili ed elettrodomestici consiste in una detrazione Irpef del 50 per cento per le spese sostenute entro il 31 dicembre 2024 per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici nuovi.

Un contribuente ha chiesto all’Agenzia delle Entrate se potesse usufruire dell’agevolazione per l’installazione della porta blindata nell’appartamento. Vediamo insieme cosa ha risposto il Fisco.

Bonus mobili anche per la porta blindata?

minimal-house-wood-door

Il Fisco ha risposto ricordando che, per gli interventi relativi all’adozione di misure finalizzate a prevenire il rischio del compimento di atti illeciti da parte di terzi, tra i quali rientra il montaggio di una porta blindata o rinforzata, si ha diritto al bonus ristrutturazioni, vale a dire la detrazione del 50 per cento delle spese per interventi di recupero del patrimonio edilizio e di riqualificazione energetica degli edifici.

Tuttavia, usufruire di questa detrazione significa non poter richiedere il bonus mobili ed elettrodomestici.

Il motivo risiede nel fatto che è possibile avvalersi anche dell’ulteriore detrazione per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici, solo nel caso in cui la misura di prevenzione sia inquadrabile, per le sue particolari caratteristiche, anche tra gli interventi edilizi di manutenzione ordinaria, manutenzione straordinaria, restauro o risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia.

Bonus mobili ed elettrodomestici: come funziona

Elettrodomestici

La Legge di bilancio 2022 ha prorogato il bonus mobili ed elettrodomestici, il quale consiste in una detrazione Irpef del 50 per cento per le spese sostenute entro il 31 dicembre 2024 per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici nuovi:

  • di classe non inferiore alla A per i forni;
  • di classe E per le lavatrici, lavasciugatrici e lavastoviglie;
  • di classe F per i frigoriferi e i congelatori.

Contemporaneamente, è necessario aver realizzato interventi di ristrutturazione edilizia a partire dal 1° gennaio dell’anno precedente a quello dell’acquisto dei beni.

La detrazione del 50 per cento va calcolata su un importo massimo di 10.000 euro per l’anno 2022 e di 5.000 euro per gli anni 2023 e 2024. La soglia è stata rivista al ribasso, rispetto a quella dei 16.000 euro prevista per gli acquisti effettuati nel 2021.