Bonus monopattino 2021: requisiti e importi

Rachele Luttazi
  • Esperta in welfare e bonus
  • Laurea Magistrale in Economia dell'Ambiente e della Cultura
01/11/2021

Anche per quest’anno sarà possibile usufruire del bonus bici, o monopattino, per l’acquisto di un nuovo veicolo. Tuttavia, per poter accedere a tale misura sarà necessario soddisfare alcuni requisiti. Scopriamo insieme quali.

Monopattino, ElettricoIl ministero dell’Economia ha stabilito tramite decreto pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 29 ottobre le regole attuative per usufruire del credito d’imposta rivolto a coloro che hanno acquistato monopattini elettrici dal 1 agosto 2020 alla fine di dicembre dello stesso anno.

Il bonus monopattino è valido anche per l’acquisto di biciclette elettriche e non elettriche, abbonamenti al trasporto pubblico locale, abbonamenti a servizi di mobilità in condivisione, elettrica o sostenibile.

Bonus monopattino 2021: requisiti

Monopattini, ElettriciInnanzitutto, per poter accedere al bonus è necessario aver rottamato un veicolo con emissioni di CO2 comprese tra 0 e 110 g/km, anche usato, o un secondo veicolo di categoria M1 nel medesimo periodo di acquisto del nuovo veicolo considerato, ossia quello che va dal 1° agosto fino a dicembre.

Inoltre, il mezzo rottamato doveva essere intestato da almeno un anno allo stesso soggetto a cui è stato intestato il nuovo veicolo, altrimenti si può intestare il nuovo veicolo a un familiare, purché sia convivente.

Affinché il bonus diventi definitivo è necessario il provvedimento dell’Agenzia delle Entrate, il quale dovrà essere emanato entro tre mesi, per indicare le modalità e le tempistiche per l’inoltro delle richieste.

La definizione del credito d’imposta

young-woman-rides-in-a-electrical-scooter-in-the-cityLa percentuale del credito d’imposta viene stabilita dall’Agenzia delle Entrate, la quale si basa sul rapporto tra l’ammontare delle risorse stanziate, pari a 5 milioni di euro per l’anno 2020, e l’ammontare complessivo delle spese agevolabili indicate nelle istanze. Tale percentuale verrà comunicata con un ulteriore provvedimento del direttore delle Entrate.

Il credito d’imposta non è cumulabile con altre agevolazioni di natura fiscale che hanno per oggetto le medesime spese e sarà utilizzabile esclusivamente nella dichiarazione dei redditi in diminuzione delle imposte dovute non oltre il periodo di imposta 2022.