Bonus part time in scadenza: come fare richiesta

Mancano ormai solo pochi giorni al termine fissato per la richiesta del bonus di 550 euro per lavoratori part-time. Ma chi ha diritto a usufruire di questo bonus, che può essere richiesto entro il 15 dicembre? Scopriamo insieme i requisiti per presentare la domanda.

Naspi-2022

Ai lavoratori con contratti part-time lo Stato offre un bonus di 550 € una tantum con l’obiettivo di offrire un sostegno al reddito.  Quest’anno i criteri per poter fare richiesta del bonus sono stati cambiati, e la platea di beneficiari risulta essersi allargata. Tuttavia il bonus può essere richiesto solamente entro il prossimo 15 dicembre, rimane dunque poco tempo per inviare la propria domanda.

Il bonus per lavoratori part-time è destinato ai lavoratori che lavorano solo in alcuni periodi dell’anno, e quindi a compensare i mesi in cui non è prevista alcuna retribuzione. Il bonus spetta solo a dipendenti di aziende private con contratti di questo tipo, e la domanda si è aperta lo scorso 13 novembre e scadrà il prossimo 15 dicembre.

Per garantire questo sussidio il governo ha stanziato 30 milioni di euro per il 2023, e la piattaforma di riferimento per fare richiesta rimane quella dell’Inps.

Bonus part-time: ecco i requisiti per fare richiesta

IMG_6657

Questo particolare bonus era stato introdotto dal Decreto aiuti del 2022, relativamente ai contratti stipulati nell’anno precedente a tempo parziale ciclico verticale. Con il decreto anticipi del 18 ottobre scorso la misura è stata rinnovata anche per il 2023, allargando la platea per i titolari di tutti i rapporti di lavoro part-time, dunque non solo verticali ma anche misti e orizzontali.

Fino al 15 dicembre sarà dunque possibile fare richiesta anche per partecipare alla misura dello scorso anno, cioè potranno farsi avanti coloro che finora non lo avevano fatto o la cui richiesta era stata rifiutata poiché non rientrava nei vecchi parametri.

Nello specifico possono fare domanda solo i dipendenti di aziende private con contratto part-time ciclico, con periodi di astinenza dal lavoro di almeno un mese in via continuativa e complessivamente di almeno sette settimane e non superiori a 20 settimane. Inoltre al momento della domanda il richiedente non deve detenere alcun rapporto di lavoro dipendente né per percepire pensione o Naspi.

 

Lascia un commento