Bonus Partita Iva/ISCRO 2022: cos’è, beneficiari e requisiti

Rachele Luttazi
  • Esperta in welfare e bonus
  • Laurea Magistrale in Economia dell'Ambiente e della Cultura
16/05/2022

Il bonus Partite Iva è un contributo mensile semestrale rivolto ai possessori di Partita IVA ed è anche conosciuto come Indennità straordinaria di continuità reddituale e operativa (Iscro). Vediamo insieme in cosa consiste, come funziona, i requisiti e come fare domanda.

money-1005479_1920

Il Bonus Partite Iva 2022, conosciuto anche come ISCRO (Indennità straordinaria di continuità reddituale e operativa), è l’incentivo rivolto ai liberi professionisti tra i quali sono compresi i partecipanti agli studi associati o società semplici, iscritti alla Gestione separata che esercitano lavoro autonomo.

Vediamo insieme di cosa si tratta.

Bonus Partite Iva 2022: cos’è

money-1439125_1920

La Legge di Bilancio 2021 ha introdotto il bonus Partita Iva, conosciuto anche come ISCRO, e consiste in un contributo mensile che va da un minimo di 254,75 € ad un massimo di 815,20 € per l’anno 2022, ed è pari al 25%, su base semestrale, dell’ultimo reddito da lavoro autonomo certificato dall’Agenzia delle Entrate.

Il bonus è relativo al biennio 2022-2023 e il contributo viene erogato per un massimo di 6 mesi ai titolari di Partita Iva in possesso di determinati requisiti.

Bonus Partite Iva 2022: requisiti e domanda

money-1033647_1920Il bonus Partite Iva 2022, o Iscro, può essere richiesto da coloro il cui reddito dell’anno precedente alla presentazione della domanda è inferiore al 50% della media dei redditi da lavoro autonomo conseguiti nei tre anni precedenti e non deve essere superiore a 8.145 euro.

Per poter usufruire del bonus è inoltre necessario:

  • essere in regola con la contribuzione previdenziale obbligatoria;
  • essere titolari di partita Iva attiva da almeno quattro anni, alla data di presentazione della domanda, per l’attività che ha dato titolo all’iscrizione alla gestione previdenziale in corso

La domanda per il bonus va presentata all’Inps esclusivamente in via telematica entro il 31 ottobre 2021 e per la compilazione si deve essere in possesso di Spid, Carta di identità elettronica (Cie), Carta nazionale dei servizi (Cns). Altrimenti, la prestazione può essere richiesta tramite il servizio di Contact Center integrato, telefonando al numero verde 803 164 da rete fissa oppure al numero 06 164164 da rete mobile.