Bonus per la famiglia: quali sono i migliori?

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
12/11/2022

In Italia ci sono moltissimi bonus, al punto che Giorgia Meloni ha deciso di tagliarne alcuni per fare chiarezza. Tra questi una delle categorie con più agevolazioni è quella dei bonus per la famiglia: il bonus più diffuso è sicuramente l’assegno unico. ma ce ne sono moltissimi altri. Vediamo insieme quali sono nel seguente articolo.

Famiglia

L’obiettivo di questo articolo è quello di elencare quali sono i bonus per la famiglia meno diffusi ma che sono allo stesso tempo utili ed interessanti. Dunque non andremo ad approfondire misure quali l’assegno unico o il Reddito di Cittadinanza, bensì qualcosa di più particolare, come ad esempio la carta acquisti.

Vediamo i dettagli della vicenda insieme nel seguente articolo.

Carta acquisti 2022: cos’è e come funziona?

famiglia-1

Vediamo in primis cos’è e come funziona la carta acquisti: bisogna fare attenzione a non confonderla con la carta famiglia, che invece è stata tolta dall’ordinamento. Questa consiste in una carta di pagamento elettronica che viene rilasciata in favore dei cittadini che si trovano in una situazione di disagio economico. Ogni due mensilità viene accreditato un importo di 80 euro, utilizzabile per effettuare acquisti alimentari.

I negozi in cui può essere utilizzata sono solamente quelli che hanno il bollino all’esterno, e si ricorda che si tratta solo di spesa alimentare. A differenza della carta Rdc non vi è la possibilità di prelevare l’importo accreditato.

Bonus asilo nido: cos’è e come funziona?

Bebè

Vediamo cos’è e come funziona il bonus asilo nido, l’agevolazione che è stata confermata dal governo Draghi anche per il 2022. Il grande vantaggio di questa misura è che può essere cumulabile con l’assegno al nucleo familiare e quindi si può continuare a richiedere senza alcun limite, basta soddisfarne i requisiti previsti.

Il rimborso spese che si può ottenere tramite il bonus, varia in base all’Isee di cui si è in possesso: a fronte di un indicatore più alto, il bonus che spetterà sarà inferiore e viceversa.